Flow #126 – Pic nic sanguinolento

Come ogni settimana, ecco qui riunite le migliori uscite musicali in circolazione. Senza indugio, iniziamo subito! Le immagini di G.H.O.S.T. si pongono all’attenzione grazie alla grande forza espressiva e al coraggio del regista Chen Tianzhuo. Il brano di Nodey è quasi sopraffatto dalle potenti immagini, che regalano un’epica di stampo teatrale. Due figuranti sono protagonisti nella città di Varanase, sulle rive del Gange: il fiume sacro per induisti e buddhisti porta con sé forti simbologie legate alla purificazione e alla reincarnazione, ed è attraversato dai due performer truccati in modo inquietante, impegnati in danze dal sapore mistico. La narrazione comprende l’arco di una giornata, a sottolineare ancora una volta lo scorrere del tempo, l’alpha e l’omega, la vita e la morte, all’infinito.

La band londinese Doomsquad ha pubblicato il video del brano Dorian’s Closet come anticipazione dell’uscita dell’album Let Yourself Be Seen, in calendario il 10 maggio 2019. Diretto da Paz Ramirez, il clip ha come protagonista una drag queen, che contrariamente allo stereotipo che la vorrebbe animale notturno e da club, frequenta un gruppetto di anziane amiche borghesotte con le quali prendere un tè subito prima di esibirsi in salotto. La storia pone volutamente la protagonista in un contesto estraneo al cliché, immersa in una normalità che contrasta con visioni del passato e con le vicende di Dorian Corey, drag queen degli anni ‘80 a cui è dedicato il brano. Dopo la sua morte, fu ritrovato nell’armadio di casa un corpo mummificato, probabilmente di un ex amante, lì da almeno quindici anni. Con questo video i Doomsquad hanno voluto omaggiare Dorian e portare quel mondo, un tempo estremo e di resistenza culturale, alla normalizzazione odierna.

Diretto da Floria Sigismondi ed estratto dall’acclamato album pubblicato da Warp lo scorso anno Safe In The Hands Of LoveLifetime è il nuovo videoclip di Yves Tumor, nonché la sua prima pubblicazione del 2019. Il clip, quasi interamente basato sulla performance dell’artista di stanza a Torino (?), testimonia la perfetta aderenza del suo immaginario e quello tracciato dalla famosa regista dagli anni Novanta ad oggi. Pubblicato a sorpresa a settembre 2018, Safe In The Hands Of Love è il terzo lavoro sulla lunga distanza di Sean Bowie sotto quest’alias: oltre a mescolare una buona quantità di suggestioni – r’n’b, soul-tronica, jazz (anche nella sua versione spiritual, come in quella Swordfishtrombones), cinematica noir, taglia e cuci Hip Hop, folk, psych ecc. – è quello che lo ha avvicinato al formato canzone pop rock dalla porta delle pregresse sperimentazioni elettroniche. Della positiva recensione del disco si è occupato su queste pagine Luca Roncoroni.

Lil Uzi Vert ha pubblicato il video del singolo Free Uzi, condiviso inizialmente su Instagram il 25 marzo 2019. Si tratta della prima uscita dopo i problemi a cui il rapper è andato incontro con le etichette discografiche, seguiti dal ritiro dal mondo della musica annunciato a gennaio. Il titolo del brano si riferisce proprio all’hashtag coniato dai fan per il ritorno sulle scene di Uzi e per la pubblicazione del suo album Eternal Atake, in sospeso ormai dall’estate 2018, incastrato in un groviglio di polemiche e contese burocratiche. Il brano poggia sulla stessa base di Gangway, pezzo di G Herbo, e conta sul video diretto da Qasquiat.

Tornano i Fat White Family annunciando il loro prossimo album Serfs Up! in uscita il 19 aprile 2019 via Domino, e lo fanno con il singolo Tastes Good With The Money. Il video è diretto da Roisin Murphy, che per l’occasione ricrea l’atmosfera assurda e grottesca dei Monty Python in un tranquillissimo giardino di una casa inglese… più qualche litro di sangue (finto!), pari pari ad un loro sketch. Roisin Murphy ha aggiunto qualche commento sul video: «È da anni che voglio fare un video per questa band. Sono una grande fan dei Fat White Family e inseguo questa opportunità da molto tempo. Ho utilizzato ogni connessione che avevo, ho chiesto a persone di chiedere ad altre persone, ho contattato la band sui social, ho desiderato intensamente tutto ciò. In loro vedo fascino e un’autenticità che è incredibilmente rara. Sapevo che non avrei potuto lavorare con un gruppo di musicisti più magnetico di loro. L’idea di fare riferimento ai Monty Python è uscita grazie al contesto politico assurdo e confusionario che stiamo vivendo in Gran Bretagna e i Python sembrano essere dei veggenti. Gli inglesi che ridono di loro stessi, cantando mentre la nave affonda, sembra così…attuale. C’è questa profonda ambivalenza verso l’establishment che è in sintonia con la visione del mondo irriverente dei Fat White Family». Su SA, tra le altre cose, potete anche leggere un’intervista alla band.

Il quartetto giapponese CHAI ha condiviso il video di Curly Adventure, brano estratto dal loro secondo album PUNK. Il clip propone un’astratta animazione cartonesca – in linea con l’artwork del disco – diretta da Sean Salomon e ideata da Yuuki, bassista e mente creativa della band. Come da titolo il brano parla di capelli ricci, ma in questo frangente sono stati usati come metafora per descrivere l’andamento irregolare della vita, piena di imprevisti e alti e bassi, proprio come le curve dei suddetti capelli.

Merci è il nuovo singolo estratto da Notti Brave (qui recensito da Luca Roncoroni), album dell’artista capitolino Carl Brave, già noto per essere l’altra metà del duo con Franco 126. Il video di Merci, diretto da Niccolò Berretta, vede due differenti situazioni: viaggio romantico a Parigi con la ragazza e viaggio “no limits” a Londra assieme a tre amici; non si conosce la linea temporale esatta dei due eventi, ma si può notare il differente stato d’animo e comportamentale dell’artista nelle due situazioni differenti.

I Flaural, band rock psichedelica di Denver, Colorado, hanno pubblicato il singolo 1616, estratto dall’album di debutto Postponement, in uscita il prossimo 19 aprile via Staycation Records. Con le animazioni di Brandon Hoogenboom, il video è una sorta di collage in linea con la musica della band, dove compaiono tartarughe, girasoli, salamandre e iguane.

Tornano a farsi sentire i Rammstein, la band industrial metal tedesca capitanata dall’eccentrico Till Lindemann (qui col suo progetto solista), con il singolo Deutschland, in vista di un nuovo album il prossimo 17 maggio. Diretto da Specter Berlin, come da titolo il video fa del tema Germania il suo concept, inserendo scene ambientate nelle varie epoche della storia nazionale: dalle battaglie dei barbari alla conquista dello spazio, passando attraverso il Nazionalsocialismo ed il terrorismo.

Pensate per un attimo se in un futuro prossimo tutti i pub della Terra cadessero in disgrazia, non solo verrebbero meno i brindisi a base di grandi boccali di birra, ma pure i luoghi per la musica dal vivo si ridurrebbero drasticamente. Ed è con questo terribile scenario distopico che si apre il clip di Bugs del duo inglese Slaves. Il video, che vede la band esibirsi in un locale ormai dismesso, è nato in collaborazione con David Cunningham, promotore del programma Long Live The Local, un’associazione che promuove l’attività musicale nei pub britannici, luoghi in cui molte band hanno mosso i primi passi, ma che attualmente sembrano navigare in pessime acque. Bugs è un estratto di Acts of Fear and Love, terzo album della band pubblicato in agosto 2018.

La band californiana Fury anticipa l’uscita dell’album Failed Entertainment con la pubblicazione del video relativo all’estratto Vacation. Il cantante Jeremy Stith parla così del significato della canzone: «In un certo senso riguarda il dolore e tutto ciò che ne consegue, come ad esempio la negazione e la rabbia. Per noi l’unica possibilità è accettare la nostra insita inutilità e concentrarci sull’amore». In merito al video il regista Mason Mercer spiega: «Volevo che il clip riflettesse la mia interpretazione del pezzo, cioè il tentativo da parte delle persone di distrarsi dalla realtà e dal dolore attraverso il divertimento o l’intorpidimento». L’album è in uscita il 3 maggio 2019.

La band londinese Black Midi ha pubblicato il video di crow’s perch, singolo stand alone che raccoglie numerosi footage e immagini psichedeliche senza soluzione di continuità e criterio.

Leggi tutto
Precedente
Fontana di fuoco. Intervista a Francesco Cavaliere sul progetto Doro Bengala Francesco Cavaliere - Fontana di fuoco. Intervista a Francesco Cavaliere sul progetto Doro Bengala
Successivo
Un finale riuscito a metà. “Il nome della rosa” – Parte 4 Giacomo Battiato - Un finale riuscito a metà. “Il nome della rosa” – Parte 4

recensione

articolo

Il punk sotto mentite spoglie. Intervista ai Fat White Family

Intervista

Prima del live al Magnolia dello scorso novembre, ci siamo intrattenuti con quegli sconci e immorali inglesi dei Fat White Family, una della...

recensione

artista

artista

artista

artista

artista

artista

Altre notizie suggerite