Flow #129 – L’agnello pasquale

Arrivata anche la Pasqua, quale miglior modo per santificarla degnamente con una bella selezione di Flow? Appunto! Ecco di seguito le migliori uscite della settimana. N.B.: nessun agnello è stato maltrattato durante la produzione di questa playlist.

A distanza di qualche settimana dalla pubblicazione del non proprio soddisfacente secondo album – Hyperion – Gesaffelstein condivide il videoclip relativo a Blast Off, ovvero il brano in scaletta con il feat. di Pharrell. Si tratta del terzo singolo/videoclip estratto dal seguito di Aleph dopo Reset e Lost In The Fire, un cupo girato dalla sinistra ambientazione robo-sci-fi à la Tron / Daft Punk tra lastre di silicio illuminate di led, laser, specchi e plastici facciali. Tra l’altro sia Weeknd che il frontman dei Neptunes / ‎N.E.R.D. hanno in precedenza collaborato con l’iconico duo parigino e Hyperion potrebbe esser anche visto come una versione distopica di Random Access Memories. Come vi dicevamo in sede di album e recensione, durante la lunga pausa tra le due opere, il producer francese lanciato da Yeezus – l’iconico album di Kanye West – ha accresciuto notevolmente la propria fama incrociando la propria attività con iconici compositori (con Jean-Michel Jarre e M83 ha prodotto Glory, mentre con il solo Jarre Conquistador), rapper (A$AP Rocky per il brano In Distress) ma anche popstar milionarie (il già citato The Weeknd in Hurt You e I Was Never There).

Fire Is Coming è il videoclip che accompagna il primo singolo estratto dall’album di Flying Lotus Flamagra. Feat. nel brano: David Lynch. Con la regia di David Firth, un’atmosfera da film horror cala tra dei bambini vestiti da animali pelosi: il suono di una sirena e l’arrivo di un enigmatico personaggio, Lynch, che preannuncia l’arrivo di un fuoco misterioso.

Salvatore Ganacci, dj bosniaco naturalizzato svedese, ha diffuso il video di Horse, pubblicato via OWSLA, label di proprietà, tra i tanti, anche di Skrillex. Il clip è diretto da Vedran Rupic: in una tranquilla zona immersa in un boschetto, degli animali vengono maltrattati; avvertito da un’aquila dei continui misfatti, Ganacci si offre come supereroe per salvarli.

Dopo i video di Not The Time e JealousySASAMI esce con il video di Morning Comes, estratto sempre dall’album di debutto SASAMI (qui recensito da Stefano Capolongo), pubblicato l’8 marzo 2019 via Domino. Diretta dalla stessa SASAMI ed Eric Notarnicola, nel clip è protagonista la nonna dell’artista, Halmoni, intenta a mostrare e spiegare tutti i procedimenti per preparare il kimchi, un piatto tradizionale coreano.

A una decina di giorni dall’anteprima andata in onda presso una radio australiana, Everybody Here Wants You, il nuovo singolo di Courtney Barnet, era disponibile per l’ascolto sulle principali piattaforme musicali, e tempo qualche giorno, in occasione del Record Store Day è arrivato anche il 7” con sul retro Small Talk, un altro inedito post Tell Me How You Really Feel pubblicato lo scorso anno. Di queste ore, via YouTube, è invece lo slaker videoclip diretto da Danny Cohen d’ispirazione anni ’90, con la rocker intenta a eseguire il pezzo assieme alla band sia on stage che all’interno della sua stessa testa. Su SA trovate le recensioni della sua discografia ma anche un bell’approfondimento di carriera.

Non Potrei Mai è il nuovo singolo dei Fast Animals And Slow Kids, primo estratto dall’album Animali Notturni, in uscita il 10 maggio 2019 via Woodworm. Con la regia di Roberto Cruciani, il clip mostra i ragazzi della band assieme ad Amerigo, un signore che balla per strada per sentirsi libero; nel video, intervistato, risponde così: «Quando uno balla, è libero come se fosse una farfalla. Volando liberamente non deve sapere il peso che porta addosso. Perché la musica stessa ti fa muovere e allora puoi pesare anche un quintale, tu ti muovi lo stesso. E allora ecco uno balla in un modo, un balla in un altro, chi balla in spagnolo, chi balla in francese, così la musica invece è un corpo unico. Così è la musica. Perché la musica si fa capire in tutte le lingue». Su SA trovate anche le recensioni dei precedenti lavori, Forse Non È La Felicità e Alaska.

Salty è il videoclip relativo al primo singolo estratto da Adult Baby, l’esordio solista di Kazu Makino, da sempre voce e chitarra dei Blonde Redhead. Il clip è stato girato presso l’Isola d’Elba, mentre la particolarità del brano, oltre al CS60, i loop e il canto dreamy dalla cantante, è la presenza di Ryuichi Sakamoto (piano, triangolo, campana e effetti), Mauro Refosco (percussioni), Ian Chang (loop). L’ultimo album dei Blonde RedheadBarragán, è stato pubblicato a settembre del 2014 mentre è del 2017 l’ultimo EP 3 O’Clock. Risalgono invece al 2016 la raccolta Masculin Féminin e l’album di remix Freedom of Expression on BarragánAdult Baby arriverà a settembre 2019. Si tratta di fatto di un autoproduzione: a pubblicarlo è la Adult Baby Records di proprietà della stessa musicista.

Dopo i video di Feet e Tastes Good With The MoneyWhen I Leave è il nuovo video dei Fat White Family estratto da Serfs Up!, in uscita il 19 aprile 2019 via Domino. Diretto da Fiona Godivier, si vede il frontman Lias Saoudi trascinare un pesante fardello, prima per sterminate campagne e poi in un bosco, dove incontrerà un gruppo di persone: qui, avverrà una specie di rito, dove verrà bruciato un ritratto di Oswald Spengler.

Communicate è un brano degli /handlogic estratto da Nobodypanic, nuovo album della formazione in uscita il 3 maggio 2019 via Woodworm. Il disco è stato registrato e mixato al The Garage Studio (AR), grazie alla vittoria del Premio Musicafutura. «Nobodypanic – si legge nelle note stampa allegate all’album – è un collage eclettico di canzoni agrodolci in cui lottano pulsioni opposte: un’anima melodica pop immersa nella black music, l’urgenza del rock espressa con gli strumenti del jazz, ritmi downtempo e schizofrenia elettronica».

OMG Rock N Roll è il terzo videoclip estratto da Oh My God, il quinto album in studio di Kevin Morby disponibile dal 26 aprile 2019 (via Dead Oceans). Contraddistinto dal solito stile che unisce minimalismo, gusto per l’effetto artigianale (à la Michel Gondry) e un pizzico di onirico, il video rispecchia i connotati di protesta di cui è rivestita la canzone, contro l’uso sconsiderato delle armi da fuoco in America e le tragedie recenti nelle strade e nelle scuole. Come i precedenti, anche questo è diretto da Chris Good.

Home to You è il nuovo singolo di Cate Le Bon estratto dall’album Reward, in uscita il 24 maggio 2019. La regia del video è dell’artista e filmmaker Phil Collins, in collaborazione con i residenti del Lunik IX di Košice, Slovakia. Il primo brano estratto da Reward è stato Daylight Matters, in ascolto nella nostra scheda album dedicata.

Leggi tutto
Precedente
Un mattino con poco oro in bocca. “Game of Thrones” – 8×01 D.B. Weiss e David Benioff - Un mattino con poco oro in bocca. “Game of Thrones” – 8×01
Successivo
Essere d’antan senza sembrare tromboni nostalgici. Intervista a La Batteria La Batteria - Essere d’antan senza sembrare tromboni nostalgici. Intervista a La Batteria

recensione

recensione

recensione

artista

artista

artista

artista

artista

artista

Altre notizie suggerite