Flow #82 – Il mio regno per un cavallo!?

Quarrel è il secondo singolo estratto da Aromanticism (recensito su SA da Eleonora Orrù), album di debutto pubblicato lo scorso 22 settembre dell’artista californiano Moses Sumney. Dopo Doomed, Sumney si affida ancora di Allie Avital per la regia, questa volta spostando l’azione in un paesaggio innevato, dove il cantautore si prende romanticamente cura di un cavallo, trattandolo da pari; solo in seguito apparirà un Sumney con le zampe da equino.

Ritorno a sorpresa per il rapper J. Cole con il suo album KOD (qui recensito positivamente da Luca Roncoroni), pubblicato il 20 aprile scorso. Il primo singolo estratto è ATM che, come si può intuire dal titolo, è incentrato sui soldi: li conti per tutta la vita, non puoi fare senza, ma non te li puoi portare con te una volta morto. Diretto da J. Cole e Scott Lazer, quasi parodiando Gimme Some More di Busta Rhymes, nel clip si vede lo stesso J. Cole viaggiare nel cielo seduto su un trono, facendo volare una banconota che dei ragazzini seguono.

Why For è il primo singolo di Yuno, rapper di Jacksonville, Florida, estratto dal suo EP Moodie in uscita il prossimo 15 giugno via Sub Pop. Immerso nella chillwave e diretto dallo stesso Yuno, il video si presenta come un riquadro (e poi due) nel quale si vede Yuno interpretare il pezzo, mentre sullo sfondo appaiono altre immagini casuali.

I Flaming Lips, in occasione del Record Store Day, hanno collaborato con un birrificio per stampare un vinile, sul quale appare anche questo The Story Of Yum Yum and Dragon. Il surreale videoclip è ambientato tra i ghiacci e durante una bufera di neve, con Yum Yum – che non ha gli occhi – che decide di guidare il tandem al posto di Dragon.

Immerse in un clima già estivo, le due ragazze di Let’s Eat Grandma se la godono danzando tutto il giorno in mezzo alla natura e in riva al mare. It’s Not Just Me è estratto dal nuovo lavoro del duo pop previsto per il 29 giugno prossimo e intitolato I’m All Ears.

Turtleneck, cioè il progetto synth-pop che fa capo a Harrison Smith, ha reso noto il videoclip di To-Day, brano incluso nell’EP High Scores of the Heart. Il disco è uscito il 27 aprile e fa seguito all’album dello scorso anno, Vulture. Il video è profondamente intriso di estetica lo-fi, con Smith in primo piano che canta, suona e balla.

Il quarto album di Bianco è uscito a gennaio col didascalico titolo di Quattro, contenente tra gli altri il brano Punk Rock con le Ali, scelto per il nuovo video. Il clip viene presentato come “Malibu Version”, spiegato così dallo stesso cantautore torinese: «Questa coppia canzone/video mi riporta a quando con la mia prima band, i Malibu Stacey, ricercavamo le melodie e il suono giusti per esprimere quello che avevamo dentro. Sognavamo l’America e cantavamo “penso spesso al tempo perso e ne perdo un po’” ma non era affatto tempo perso, era solo l’inizio di una storia. Questa versione è un tributo a loro e a quella fase della mia vita musicale e personale che mi ha reso quello che sono». Il video è stato girato da Mattia Dulcamara proprio a Los Angeles e porta con sé un cliché ricorrente nell’ambito del nuovo pop italiano: una ragazza carina, romantica e un po’ imbronciata che “balla da sola” come una cenerentola in giro per la metropoli.

Il rapper austriaco Yung Hurn pubblicherà il 4 maggio prossimo il nuovo album 1220, ma intanto ha postato il clip di Bist Du Alleine (in italiano, Sei Solo), che ricalca la sua tipica attitudine da sad boy. Il pezzo e il video raccontano di una storia d’amore tormentata che si svolge tra le vie glitchate e al neon di Bangkok, dove Hurn si crogiola nei propri sentimenti di inadeguatezza: «Spezza il mio cuore perché voglio il dolore / Il tuo amore fa così male».

DoM, ovvero Dominic Cournoyer, ha diretto il video dedicato alla sua nuova canzone History, un singolo che spinge sull’estetica DIY proprio come il relativo clip. Le immagini sono come dei flash, delle rapide diapositive in movimento in cui domina il colore rosso e un fortissimo senso di decadenza.

I mantovani Bee Bee Sea portano il loro stile internazionale nel nuovo video This Dog Is the King of the Losers. La band riesce a dare linfa vitale allo stile rock grazie anche a quell’attitudine ironica che le è valsa l’inserimento nella colonna sonora della nota serie tv Shameless. Il clip in questione vede i membri della band eseguire il pezzo travestiti da cani.

I tweet di Donald Trump stanno scatenando acute sindromi depressive, ogni notifica fa precipitare l’umore rovinando la giornata dei protagonisti del video di Erasure dei Superchunk, che disperatamente cercano un rimedio per porre fine al loro malessere abbracciando l’oblio più totale. Diretto dal regista Whitey McConnaughy, il clip ha una connotazione molto sarcastica, alternando le riprese della storia centrale a spezzoni che ritraggono la band mentre suona all’interno di una casa. Il brano fa parte del recente album What A Time To Be Alive, di cui potete leggere la recensione scritta per noi da Tommaso Iannini.

Registrato all’SXSW, il clip di Baseball, è un video diario dell’esperienza vissuta dai canadesi Gulfer al celebre festival di Austin. Il brano fa parte del loro primo album Dog Bless; un lavoro in sospeso tra l’emo e il math rock, pubblicato il mese scorso su Topshelf Records.

La torbida confessione di un uomo e i suoi efferati delitti sono il fulcro narrativo del clip di Ice Man Confession degli Emmure; una produzione cupa, senza mezzi termini, proprio come le sonorità della band. Il brano è un estratto del loro ultimo e settimo album Look at Yourself.

Cogliendo tutti di sorpresa, lo scorso 20 aprile i Cancer Bats hanno pubblicato The Spark That Moves, sesto album della carriera, assieme al clip del primo singolo estratto, Heads Will Roll: un video in un ruvido bianco e nero che li ritrae impegnati a eseguire il brano in una stanza in penombra.

Le gelide foreste polacche vengono incorniciate con lunghi piani sequenza nel cinematografico video di Raising Barrows degli Hegemone, quartetto post-black metal di Poznań. Il brano è un’anticipazione del loro secondo album We Disapper, la cui pubblicazione è stata programmata per il prossimo 11 maggio.

 

 

Leggi tutto
Precedente
Westworld, commento all’episodio 2×01 (“Journey Into Night”) Jonathan Nolan - Westworld, commento all’episodio 2×01 (“Journey Into Night”)
Successivo
Kanye West è il Metta World Peace della politica americana Kanye West - Kanye West è il Metta World Peace della politica americana

recensione

recensione

recensione

artista

artista

artista

artista

artista

artista

Altre notizie suggerite