FLOW #93 – Il Rituale

Purificazione tramite il dolore ed evasione sono i temi al centro di The Grey, clip dell’omonimo brano dei Thrice diretto da Daniel Carberry. Il bianco e nero contrastato e sgranato enfatizza il thrilling che aleggia attorno alla fuga delle due protagoniste, prigioniere in un un centro di detenzione – oppure un ospedale psichiatrico – nelle mani di una setta dedita a brutali metodi curativi e sinistri rituali di purificazione. The Grey farà parte di Palms, album che segna la carriera ventennale della band californiana, il quale sarà pubblicato il prossimo 14 settembre via Epitaph.

La tematica del rituale è ripresa anche da Chelsea Wolfe, nell’inquietante e spettrale video di The Culling, un intreccio tra sacralità e natura, le cui scene sono state girante nientemeno che nella città di Salem. Il clip è stato diretto dalla cantautrice assieme all’artista Bill Crisafi, i quali hanno messo in scena un rito pagano che ha come protagonista la stessa Wolfe: in un primo momento la troviamo distesa e circondata da candele, per poi essere successivamente raffigurata in atteggiamenti che ricordano la rappresentazione di una possessione demoniaca, mentre espelle dalla bocca liquido nero assieme a ciuffi di capelli. The Culling è un estratto di Hiss Spun, album pubblicato lo scorso 22 settembre per Sargent House.

In I Do not Dance dei Birds In Row assistiamo a quella che possiamo definire la rappresentazione coreografica della loro musica: due ballerini, in ginocchio su un tatami e vestiti di corde bianche, intrecciano sinuosamente i propri corpi tra loro, per poi esplodere in movenze legate al mondo delle arti marziali, proprio come la musica del trio francese, che unisce melodia a intensi episodi di furioso hardcore. I Do not Dance fa parte del nuovo album We Already Lost the World pubblicato oggi, 13 luglio, via Deathwish.

Difficilmente possiamo trovare aggettivi migliori di “estremi” e “devastanti” quando si parla dei Pig Destroyer, che non contenti rincarano la dose in Army of Cops ospitando Richard Johnson (Agoraphobic Nosebleed) alla voce. Il brano in questione è accompagnato da un caotico e cupo video playback che riprende la band intenta a suonare, e anticipa il loro sesto album Head Cage la cui pubblicazione è stata programmata per il prossimo 7 settembre via Relapse.

Realtà e grafiche old school in 8-bit si mischiano, nel nuovo video di Jay Rock, ES Tales. I registi Jack Begert e Dave Free sposano sapientemente l’estetica rétro dei videogame anni ‘80 con le classiche situazioni di un quartiere malfamato di Los Angeles, tanto che lo stesso rapper californiano subirà una trasformazione digitale. Il brano è un estratto da Redemption, album uscito il 15 giugno via Top Dawg Entertainment.

Nuovo singolo per Iggy Azalea, la bionda australiana sempre attenta a non esagerare con la sobrietà nei suoi video, proprio come in quello di Kream: twerking, lap dance, soldi che spuntano da ogni angolo, persino dal forno, in un’orgia di colori fluo. Il titolo di questo pezzo, che farà parte dell’EP Survive the Summer in uscita il 3 agosto prossimo, omaggia C.R.E.A.M., uno storico brano dei Wu-Tang Clan, band molto cara a Iggy. Il pezzo conta anche il featuring del rapper Tyga.

Lil Pump riesce a rendere anche un ospedale un luogo desiderabile, proprio come nel clip di Drug Addicts: infermiere sexy, tanta ironia e abuso di medicinali, il tutto reso magico dalla compagnia dell’attore Charlie Sheen, noto anche per i suoi trascorsi legati ad alcol e droghe. Questi gli ingredienti del clip relativo al brano che farà parte di Harvard Dropout, in uscita il prossimo mese.

Il producer italiano Bruno Belissimo ha pubblicato lo scorso mese il suo secondo album, Ghetto Falsetto, contenente anche il pezzo Boloña Baleárica. Il relativo video uscito in settimana amplifica la distorsione del titolo, mostrando ironicamente la città di Bologna come se fosse un miraggio esotico di mezza estate. Sul nostro sito potete trovare la recensione del disco ad opera di Luigi Lupo.

Primo singolo in assoluto per Ceri, producer e cantautore milanese del roster Undamento. Bimba Mia può contare su un videoclip firmato dal regista Paolo Tresoldi, che racconta attraverso le immagini il testo della canzone: una ragazza solitaria vive dei turbamenti nel proprio appartamento, e dovrà «piangere cento volte prima di poter sorridere» e «odiare così tanti uomini per capire come amarli tutti».

Il duo dream pop canadese Blue Hawaii ha pubblicato in settimana il video di un brano che lo ha fatto conoscere ai tempi dell’esordio discografico: Lilac è infatti un pezzo contenuto in Blooming Summer, EP del 2010 che oggi torna all’attenzione del pubblico grazie al nuovo clip. Qui compaiono i due membri Raphaelle “Ra” Standell e Alex “Agor” Kerby, all’interno di un filmato dal sapore nostalgico, in formato 4:3, che sembra far rivivere delle vacanze ormai lontane nel tempo e sbiadite nelle immagini lo-fi.

Coprifuoco è un pezzo contenuto in Terra, ultimo album pubblicato da Le Luci della Centrale Elettrica. È una canzone in cui – secondo lo stesso Vasco Brondi – «si confondono eventi epocali e fatti personali», che si colgono anche nel clip diretto da Angelo Cerisara: «Credo che in questo video si possano ritrovare tutte le contraddizioni e i contrasti che ci sono nella canzone, tutte le corse a piedi o in macchina, le litigate, l’affetto, la solitudine, la vicinanza, le nascite e le rinascite. La violenza e la tenerezza, l’infanzia, l’adolescenza e l’età adulta, la libertà e la responsabilità». Sulle nostre colonne trovate la recensione dell’album, curata da Nino Ciglio.

Leggi tutto
Precedente
Westworld, commento all’episodio 2×09 (“Vanishing Point”) Jonathan Nolan - Westworld, commento all’episodio 2×09 (“Vanishing Point”)
Successivo
I 10 live da non perdere al Siren Festival 2018 FLOW #93 – Il Rituale - I 10 live da non perdere al Siren Festival 2018

recensione

artista

artista

artista

artista

artista

artista

artista

Altre notizie suggerite