Serie tv, film e documentari. Le novità di novembre di Netflix

Netflix è ormai un punto di riferimento per l’intrattenimento, con un’offerta di serie tv, film e documentari che diventa sempre più ampia. Per aiutarvi a rimanere aggiornati sulle nuove uscite e indirizzarvi nella difficile scelta del prodotto con cui passare la serata, vi segnaleremo ogni mese le novità disponibili sulla piattaforma di streaming. Di seguito le uscite di novembre 2018.

SERIE TV

Narcos: Messico (Stagione 1, dal 16 novembre)

Nata come quarta stagione della serie Narcos, è in realtà diventato il primo ciclo di episodi di una nuova serie spin-off. Narcos: Messico sarà ambientata negli anni Ottanta e racconterà l’ascesa del cartello di Guadalajara. I nuovi protagonisti saranno Diego Luna (Rogue One: A Star Wars Story) e Michael Peña(Ant-Man and the Wasp), affiancati da Jake Earle Haley, Aaron Stanton, Alejandro Edda, Alyssa Diaz, José Maria Yazpik e Matt Letscher.

Frontier (Stagione 3, dal 23 novembre)

Torna con la terza stagione la serie con protagonista Jason Momoa, che dal 1° gennaio 2019 sarà nelle sale italiane nuovamente nei panni dell’eroe DC Aquaman, nell’eponimo film di James Wan. In Frontier, prosegue il racconto della lotta per la supremazia nel commercio di pellicce nella baia di Hudson, durante il Settecento.

Baby (Stagione 1, dal 30 novembre)

La nuova serie del colosso dello streaming tutta italiana è ispirata a un caso di cronaca clamoroso avvenuto nella capitale e che ha visto coinvolte delle minorenni del quartiere Parioli, salvo poi far virare in una chiave ovviamente romanzate le vicende. Prodotta da Fabula Pictures e diretta da Andrea De Sica, nel cast troviamo  Benedetta Porcaroli, Alice Pagani (già vista in Loro 1 e Loro 2 di Paolo Sorrentino), Riccardo Mandolini, Isabella Ferrari, Claudia Pandolfi e Paolo Calabresi.

F is for Family (Stagione 3, dal 30 novembre)

Tornano le disavventure della famiglia Murphy, paradigma della tipica famiglia americana della classe media di fine anni Settanta, capitanata dal patriarca burbero Frank, con la moglie Sue e i figli Kevin, Bill e Maureen e il perennemente strafatto vicino di casa Vic (che ha la voce del Premio Oscar Sam Rockwell). Decisamente un’altra serie animata irriverente, sull’onda lunga inaugurata da BoJack Horseman (tra l’altro da poco rinnovata per una sesta stagione) et similia.

1983 (Stagione 1, dal 30 novembre)

Prima produzione Netflix interamente polacca, sulla scia dei successi europei di La casa di carta (Spagna), The Innocents (Norvegia) e Dark (Germania).  Nel 2003, in una Polonia che ha conosciuto prosperità e pace, uno studente idealista e un detective caduto in disgrazia scoprono però che questa è solo una facciata e che in realtà la verità è molto diversa. Vent’anni prima, nel 1983, un misterioso attacco terroristico ha modificato il corso della storia, impedendo la caduta della cortina di ferro e dell’Unione Sovietica e lasciando la Polonia soggetta a uno stato di polizia. Nel 2003, i leader del regime sono pronti ad attuare un piano segreto che rischia di coinvolgere il mondo intero, ma la scoperta dello studente e del detective ha tutte le carte in regola per avviare una rivoluzione, sempre che i detentori del potere non la sopprimino preventivamente. Scatta così una corsa contro il tempo.

FILM

The Other Side of the Wind (2 novembre)

Si tratta dell’ultimo film incompiuto di Orson Welles, morto durante la lavorazione che si è protratta per anni a causa dei mancati finanziamenti. Il regista Peter Bogdanovich, amico fraterno di Welles, ha rimesso mano alle oltre 10 ore di girato e ne ha montata una versione da due ore che si avvicina all’idea voluta dal grande regista di Quarto potere. Presentata alla 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, su SA trovate già la nostra recensione a cura di Davide Cantire.

Il calendario di Natale (2 novembre)

Outlaw King: Il Re Fuorilegge (9 novembre)

Dopo la nomination all’Oscar ottenuta con Hell or High WaterDavid Mackenzie e Netflix uniscono nuovamente le forze per Outlaw King – Il re fuorilegge, nel quale il regista ritrova anche Chris Pine tra i suoi attori. Il film racconta la vera storia di Robert the Bruce, o Roberto I di Scozia, che nel corso di un anno straordinario passa da nobile sconfitto a re riluttante e poi a eroe fuorilegge. Costretto in una Scozia medievale a combattere per salvare la sua famiglia, la sua gente e il suo paese dall’occupazione inglese, Robert si accaparra la corona scozzese e conduce un gruppo mal assortito di uomini contro il più forte esercito al mondo, capitanato dal feroce re Edoardo I e dal suo imprevedibile figlio, il principe di Galles.

Il metodo Kominsky (16 novembre)

La pellicola narra le vicissitudini di Sandy (Michael Douglas) e Norman (Alan Arkin), due vecchi amici che affrontano le alterne vicende della vita con senso dell’umorismo, dignità e qualche problemino di prostata, ricordandoci che alcune amicizie non invecchiano mai.

La ballata di Buster Scruggs (16 novembre)

La Ballata di Buster Scruggs è un western antologico in sei parti, una serie di racconti sulla frontiera americana narrati dalle voci uniche e inimitabili di Joel e Ethan Coen. Ogni capitolo racconta una storia diversa sul West americano. Nel cast troviamo Tim Blake Nelson, James Franco, Liam Neeson, Zoe Kazan e Tom Waits. La pellicola è stata presentata alla 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, lo scorso settembre.

Qualcuno Salvi il Natale – The Christmas Chronicles (22 novembre)

Il film a tema natalizio di Netflix racconta la storia di una sorella e un fratello, Kate (Darby Camp) e Teddy Pierce (Judah Lewis), che decidono di filmare di nascosto Babbo Natale (Kurt Russell), mettendosi in una situazione che la maggior parte dei bambini possono solo sognarsi. Dopo essersi appostati per sorprendere l’arrivo di Babbo Natale, si intrufolano nella sua slitta e provocano un incidente, rischiando di far saltare il Natale. Durante questa incredibile notte, Kate e Teddy, insieme a Babbo Natale (in una versione davvero inedita) e ai suoi elfi, devono salvare il Natale prima che sia troppo tardi.

DOCUMENTARI

ReMastered: Tricky Dick & The Man in Black (Episodio 2, dal 2 novembre)

Dopo il primo episodio del mese scorso dedicato a Bob Marley, il secondo episodio di ReMastered è dedicato invece a Johnny Cash e alla sua controversa performance nel 1970 alla Casa Bianca, con l’allora Presidente Richard Nixon.

Mi ameranno quando sarò morto (2 novembre)

Contemporaneamente a The Other Side of the Wind, Netflix diffonderà anche questo documentario diretto da Morgan Neville che racconta gli ultimi 15 anni di vita del grande Orson Welles. In questo ci sono le fondamentali testimonianze di Peter Bogdanovich, Frank Marshall, Oja Kodar e della figlia del regista, Beatrice Welles. Un documento assolutamete imperdibile.

Medal of Honor (9 novembre)

Westside – La Loro Vita. La Loro Musica (9 novembre)

The Final Table (Stagione 1, dal 20 novembre)

Motown Magic (20 novembre)

Di seguito un calendario dove vengono indicati anche alcuni film non “original” che verranno inseriti a novembre, tra cui 12 anni schiavo, La donna che visse due volte e Le follie dell’imperatore.

31 ottobre 2018
31 ottobre 2018
Leggi tutto
Precedente
Tengo una zucca tanta: i concerti di Halloween di Frank Zappa Frank Zappa - Tengo una zucca tanta: i concerti di Halloween di Frank Zappa
Successivo
Flow #107 – Anima meccanica Flow #107 – Anima meccanica

articolo

Serie tv, film e documentari. Le novità di ottobre di Netflix

Speciale

Per aiutarvi a rimanere aggiornati sulle nuove uscite e indirizzarvi nella difficile scelta del prodotto con cui passare la serata, vi segna...

articolo

Serie tv, film e documentari. Le novità di settembre di Netflix

Speciale

Per aiutarvi a rimanere aggiornati sulle nuove uscite e indirizzarvi nella difficile scelta del prodotto con cui passare la serata, vi segna...

Altre notizie suggerite