Cribs, stil dal videoclip di “I Don’t Know Who I Am” (2020)

Cribs. “I Don’t Know Who I Am”, ovvero di come ci si possa sentire stranieri all’interno della propria famiglia

I Don’t Know Who I Am è il secondo singolo da Night Network, l’album dei Cribs in uscita il 23 novembre via Sonic Blew. L’agrodolce mix di melodie sixties e chitarre ruvide vede il featuring dell’ex-Sonic Youth, Lee Ranaldo, che già aveva contribuito allo spoken word del brano Be Safe del 2007.

Lavorare con Lee su “Be Safe” è stato senza dubbio uno dei momenti clou della nostra carriera come band e pensiamo che “I Don’t Know Who I Am” sia stato il giusto seguito da dare a questa collaborazione. Siamo molto orgogliosi di come è venuto fuori
The Cribs

Il brano, come dichiarato dalla band, affronta il tema di un mancato riconoscersi all’interno della propria famiglia biologica da parte dei fratelli Jarman e di come questo abbia influenzato le loro opinioni sulla mascolinità e i ruoli di genere. Il tutto tradotto nel relativo video in bianco e nero diretto da Nick Scott, che alterna momenti del quotidiano dei Jarman e di Ranaldo.

Per dettaglio completo vi rimandiamo alla pagina dell’album. Su sa potete recuperare la recensione di 24-7 Rock Star Shit, firmata da Carmine Vitale, nonché l’intervista ai Cribs curata da Leon Benz nel 2015.