Fka Twigs, still dal video “Don't Judge Me”

FKA twigs torna con Headie One e Fred again.. per “Don’t Judge Me”

Fka Twigs, assieme a Headie One e Fred Again, torna con un nuovo brano accompagnato da un clip dal taglio cinematografico. La canzone, che vuole rappresentare un commento sull’esperienza di essere neri e britannici nel mondo di oggi, s’intitola Don’t Judge Me, e tra le altre cose fa riferimento all’accanimento e all’odio che le hanno riservato sui social i fan dei suoi ex (Robert Pattinson in particolare, e più di recente Shia LaBeouf).

Dall’aspetto di qualcuno, non siamo in grado di giudicare se una persona discrimina per colore, sesso, religione o genere. Gli oppressori all’interno delle persone che ci circondano, il più delle volte rimangono invisibili fino a quando i loro abusi nei confronti degli altri non vengono rivelati. Questo è uno dei motivi per cui, da generazioni, la discriminazione è così difficile da combattere. Contro chi deve combattere la vittima se non riesce a identificare il colpevole? In questo documento audiovisivo vediamo FKA Twigs e Headie One, insieme ad altri inglesi di colore influenti, combattere contro le forze invisibili del giudizio e dell’oppressione. Con l’enorme fontana di ispirazione vittoriana “Fons Americanus” dell’artista visiva Kara Walker – che rappresenta la dolorosa storia della schiavitù e della colonizzazione – come ambientazione e spirito del film, si crea un altro livello di profondità e significato per una storia invisibile ma condivisa.
Emmanuel Adjei

Il videoclip – supportato dalla piattaforma di moda FARFETCH – non gode degli effetti speciali che abbiamo visto nello splendido Sad Day di Hiro Murai, ma trova nella forza espressiva legata alla danza la sua forza. Accanto a FKA twigs e Headie One troviamo anche un cast importante che include il poeta e attivista Black Lives Matter Solomon O.b, la scrittrice Reni Eddo-Lodge, la modella e attivista Kukua Williams, il musicista e poeta Benjamin Zephaniah, la ballerina e cantante Lisa Elde, la curatrice Nicole Crentsil, l’esperta di fitness e allenatrice Efua Baker, il calciatore Mahlon Romeo, l’attivista e modella Munroe Bergdorf, la modella Danto Earth e la speaker radiofonica Clara Amfo.

Per quanto riguarda il singolo, questo potrebbe essere la prima anticipazione dal nuovo album della cantante e performer. Lo scorso ottobre Tahliah Barnett aveva infatti dichiarato di aver completato un intero album durante il primo lockdown. E a quanto pare il lavoro è stato scritto a quattro mani con El Guincho (qui non presente). Nel frattempo, lo scorso dicembre, l’autrice di Cellophane ha rotto il silenzio denunciando al New York Times l’attore Shia LaBeouf per molestie sessuali, aggressione e danni morali e psicologici.

Su SA potete recuperare una breve biografia a cura di Daniele Rigoli, così come le recensioni del suo ultimo album, Magdalene, recensito da Giuseppe Zevolli, e di LP1