Mecna, Ghemon, Ginevra. Still da "Soli" (2021). Regia: Enea Colombi

Mecna, Ghemon e Ginevra. La paura della solitudine: il videoclip di “Soli”

Soli (feat. Ghemon e Ginevra) è il nuovo singolo di Mecna che segue di qualche mese l’uscita del suo ultimo album, Mentre nessuno guarda. Prodotto da Zef, il brano affronta la tematica della solitudine: ognuno dei tre artisti rivela il proprio rapporto con lo stare soli, «le paure, l’inquietudine ma anche le risorse legate a questo stato – dice la nota stampa – la consapevolezza del lavoro che ci porta a costruire e coltivare il rapporto con noi stessi, da soli, per potersi aprire al mondo».

Sono sempre contento quando riesco a fondere mondi diversi in una canzone. Con Ghemon non è la prima volta ma è comunque una novità perchè negli anni abbiamo sperimentato nuove sonorità. Ginevra mi rimanda a tanta musica che ascolto giornalmente, è una delle poche in Italia che riesce a tradurla in maniera credibile.
Mecna

Amo i contrasti nella musica, perchè portano a risultati sorprendenti: forte e delicato, aspro e dolce, luminoso e malinconico. Così è questo pezzo e così è questa collaborazione, un gioco di sovrapposizioni. Tre anime musicali diverse che funzionano perfettamente insieme.
Ghemon

Diretto interamente in pellicola da Enea Colombi, il videoclip di Soli parte dalla fine. I titoli di coda (che contengono le parole del testo) scorrono sui volti di Mecna, Ghemon e Ginevra. Sfondo nero. I tre sono immobili e i loro volti vengono illuminati a turno. La clip poi dedica a ognuno di loro un momento in solitudine sul set, fino a che poi non si ricongiungono in un abbraccio di conforto.

Su SA, alla pagina dedicata, trovate tutto lo storico dedicato a Mecna, compresa la recensione del sopracitato Mentre nessuno guarda scritta da Luca Roncoroni. Per quanto riguarda Ghemon, potete leggere la recensione del suo ultimo disco, Scritto nelle stelle (2020), sempre firmata da Roncoroni. Infine, di Ginevra potete recuperare lo streaming dell’EP Metropoli (2020).