Michael Kiwanuka – Hero

Hero è il nuovo estratto dal terzo album di Michael Kiwanuka, KIWANUKA, in uscita il primo novembre 2019 via Interscope. A proposito del nuovo lavoro, il soulman inglese aveva parlato di come fosse uscito da una fase introspettiva (con il precedente Love&Hate del 2015, recensito per noi da Marco Frattaruolo) e, di conseguenza, di come adesso si senta meglio con se stesso: «Vivo l’accettazione in modo trionfale più che malinconico ed esploro quello che vuol dire essere uomo oggi».

Il brano è un omaggio a quegli eroi scomparsi che hanno dovuto fare i conti con svariate forme di violenza e che, inevitabilmente, sono riusciti a cambiare la storia del mondo (Fred Hampton, Martin Luther King, Malcolm X, JFK, Sam Cooke, John Lennon, Marvin Gaye, Tupac e altri). Dal testo si capisce che Kiwanuka vuole avanzare l’idea che gli eroi muoiono sempre prima rispetto a chi, invece, è portatore di male nel mondo.

Diretto da CC Wade, il video è un concentrato di elementi storici provenienti dagli anni Sessanta (su tutti, l’esplosione della controcultura hippy e dei movimenti contro la segregazione razziale). Nello specifico, il regista prende spunto dalle attività del COINTELPRO, un programma dell’FBI nato negli anni ’50 e proseguito fino ai ’70: il compito era quello di sopprimere organizzazioni e figure pubbliche (inclusi i musicisti) coinvolte in attività politiche anti-istituzionali.