Esclusiva

Un vedo-non vedo tra ardori post-adolescenziali e cantautorato: “Marina” è il primo singolo di Sandri

Marina è il primo singolo di Sandri, cantautore cesenate all’esordio promosso da Garrincha. Si tratta di un pop cantautorale dotato di una certa originalità, cesellato da un sax che tiene i fili del discorso e da testi che sembrano ispirarsi in parte all’Iosonouncane di DIE (in versione decisamente più sbarazzina). Il video è un vedo-non vedo che ammicca con leggerezza a un vago erotismo post adolescenziale in super 8 (o simili), tutto sommato in tono con il brano proposto.

La traccia è stata registrata e prodotta da Andrea Cola (Sunday Morning) e dallo stesso Sandri presso lo StoneBridge Studio di Cesena, con la preziosa collaborazione di Tommy Graziani (Carnera, Filippo Graziani, ecc) alla batteria e Gianni Perinelli (Don Antonio, Painted Palooka, ecc) al sax. 

«Il video è nato da tante teste..non ci ricordiamo nemmeno più di chi fosse l’idea originale – si legge nel comunicato stampa allegato – Una cosa chiara fin da subito però è stata quella di voler dare un volto a Marina: doveva essere bella, libera, fresca, vera..per questo abbiamo deciso di coinvolgere l’attrice Sara Mondello, che essendo semplicemente se stessa, incarnava perfettamente il ruolo. Lorenzo ha seguito Sara in un viaggio nelle sue origini, tra l’Etna e la riviera romagnola, registrando tutto su nastro, mentre il montaggio e la parte di girato romagnolo sono opera di Marcella Magalotti, fotografa e montatrice».