The Killers – My Own Soul’s Warning

Dopo il lead single Caution e Fire Bone, My Own Soul’s Warning è il terzo brano estratto da Imploding the Mirage, sesto e nuovo album dei Killers in uscita il 21 agosto 2020 via Island (inizialmente previsto per maggio, ma rimandato a causa dell’emergenza Covid-19). Quest’ultimo lavoro della band di Brandon Flowers segue a tre anni di distanza il precedente Wonderful Wonderful (2017) ed è stato prodotto da Shawn Everett e Jonathan Rado (Foxygen), avvalendosi della presenza di numerosi guest (Weyes Blood, Adam Granduciel dei War on DrugsBlake MillsLucius).

Sempre parte di un cortometraggio diretto da Sing Lee che uscirà su Apple Music, il videoclip della 80’s springsteeniana My Own Soul’s Warning si pone come seguito di quello di Caution. I protagonisti sono i soliti, ma questa volta il focus non è sulla giovane ed emergente coppia di attori bensì su quella famosa e di mezz’età (probabilmente la versione adulta e disincantata della prima). Come recita il testo del brano («I tried going against my own soul’s warning / But in the end, something just didn’t feel right / Oh I tried diving even though the sky was storming / I just wanted to get back to where you are»), il marito appare fin da subito in crisi e non sembra essere felice né del suo lavoro con la moglie né della versione di sé stesso che è diventato nel tempo (si attacca al ricordo dei tempi che furono).

Su SA, nella pagina dedicata, potete recuperare le recensioni della discografia dei Killers, compresa quella quella di Wonderful Wonderful scritta da Riccardo Zagaglia.