2,020 Knives
Mag
30
2020

Ada Rook

2,020 Knives

Autoprodotto

PopRockIndustrialElectro
Precedente
Frank Martino Disorgan – Ego Boost Frank Martino - Frank Martino Disorgan – Ego Boost
Successivo
Christian Lee Hutson – Beginners Christian Lee Hutson - Christian Lee Hutson – Beginners

Info

2,020 Knives è un album di Ada Rook, artista canadese conosciuta anche come rook (o, in formato grindcore, come Crisis Sigil), nonché metà delle Black Dresses. L’album segue a due anni di distanza l’accoppiata Shed Blood e Parasite e si compone di diciotto tracce che ricalcano – seppur con le personali sfumature – lo stile dell’ormai ex main project, ovvero un electropop sporcato da abrasioni electroclash/industrial e da un approccio vocale disperato e teatrale. Sullo stesso mood, eccentrico, caotico e whatever, i titoli dei brani: Strangers – Silk Thread Growing Through the Glass Tube Bisecting the Abdomen of a Cecropia Moth Hatched in Captivity – DNA – Nothing Here, Breathe (Psychography Experiment 24-04-19 II) – NONE OF THIS IS ABOUT TR**S SHIT o ancora Total Paralysis at the First Notes of Immaterial Crying and Ashamed and Wishing I Could Disappear Into the Lights (JH Ligation Experiment 2). Presente Katie Dey in broken wires.

Cercando di riassumere i primi sei mesi del 2020 in casa Black Dresses: il duo pubblica ad aprile l’album Peaceful as Hell e a maggio la cover di 888db Cloud dei 100 gecs, poco prima di annunciare lo scioglimento il 26 maggio. Devi McCallion nel frattempo pubblica una manciata di singoli a proprio nome, il singolo Anarchy 99 dell’omonimo progetto e l’album Crap Shit sotto il suo storico moniker Girls Rituals. In previsione la release di Magic Fire Brain in duo con Katie Dey. Ada Rook pubblica 2,020 Knives tornando all’attività solista dopo la parentesi Me&You a nome rook&nomie (insieme a Neotenomie) sul finire del 2019. Lo stesso giorno esce God Has Nothing to Do With This Leave Him Out of It di Backxwash al quale hanno collaborato sia Devi McCallion che Ada Rook.

Nota a margine: l’ascolto su Spotify include – al termine di ogni brano – uno spot che invita alla riproduzione/acquisto via Bandcamp.

di Riccardo Zagaglia

Altre notizie suggerite