Album

Barachetti / Ruggeri

White Out

20 Maggio 2016 avant ambient Esclusiva

Disco d’esordio del duo costituito da Luca Barachetti (Bancale) ed Enrico Ruggeri, White Out esce il 20 maggio 2016 via Ribéss Records/Dreamingorilla Records. Il disco è un concept album sul male di testa, inteso come epifania del declino etico, culturale e soprattutto esistenziale dell’Occidente. Una «fotografia dell’apocalisse a bassa intensità ma ad altissima disperazione dell’uomo nella tarda modernità».

Da una parte ci sono i testi in forma di poesia scritti da Luca Barachetti; dall’altra le macchine analogiche, gli strumenti autocostruiti e gli strumenti tradizionali (ma suonati in modo atipico) di Enrico Ruggeri. Nel comunicato stampa allegato al disco si legge: «l’Occidente ha l’emicrania. Il suo male di testa è tensivo. E’ frontale, laterale, occipitale. E’ bianco. E’ un black-out bianco. E’ stress fisico, psicologico. E’ la necessità di essere sempre più produttivi, sempre più performativi. E’ il senso di colpa di non esserlo abbastanza. E’ una vita di dieci ore davanti a uno schermo, a un computer, a uno smartphone, a una televisione. E’ la ripetizione di uno stesso gesto centinaia di volte. E’ il contratto che scade. E’ il tutti contro tutti in azienda, in famiglia, nel mondo-giungla. E’ lo smarrimento e la guerriglia. E’ abbaglio, macchia oculare, brachicardia, tachicardia, sonnolenza, acufene, disfunzione sessuale, formicolio, reflusso, vuoto di stomaco, tremore. E’ la melancolia dell’automazione, dell’alienazione, di chi non sa più guardare il cielo ma solo l’orizzonte. La melancolia lieve, diffusa, implosiva, livida. Come l’orizzonte livido, assente perché non c’è un’utopia, non c’è una fede, non c’è una tensione verso l’assoluto in grado di proteggerlo dal Nulla. Gli è rimasto solo il mercato. La totale assenza di significati della realtà ultravelocizzata e conformata a prodotto. Il Nulla alfanumerico dove ogni cosa è devota al denaro come unico generatore di valori. Il denaro e la sua crescita infinita. Il denaro e un corpo. Il corpo occidente devitalizzato che il mercato ha reso consumatore e la tecnica funzionario. Un oggetto organico incapace di trovare nel proprio essere-nel-mondo un senso oltre quello annichilente della propria reificazione, della propria consumazione di produttore e consumatore. Un qualcosa che colmi l’assurdo di una vita-verso-la-morte (biologica e ancor prima psichica) a cui il bancomat non può dare nessuna risposta».

Il disco è presentato in streaming integrale da SENTIREASCOLTARE (sezione widget di questa pagina), dal 16 maggio 2016 al 22 maggio 2016.

 

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota
  • 1 Dolore bianco
  • 2 Corpo occidentale
  • 3 Pulsa
  • 4 Uomo scritturato
  • 5 Macula
  • 6 San Sebastiano
  • 7 White Out (Ninna nanna acufene)
  • 8 Mare morto
  • 9 Cretto del vero
  • 10 Panda psichico
  • 11 Uomo occipitale
  • 12 Fiume verticale

I più ascoltati