Album

Death Cab For Cutie

Kintsugi

31 Marzo 2015 rock alt

In uscita il 31 marzo 2015 via Atlantic, Kintsugi è l’ottavo album dei Death Cab For Cutie, il primo dopo l’abbandono del chitarrista Chris Walla (che ha comunque partecipato alla stesura dei brani ed ispirato il nome del disco).

Kintsugi fa riferimento ad una forma d’arte giapponese che consiste nella ricomposizione di oggetti di ceramica rotti con l’utilizzo di materiali come oro e argento. Come riportato da Pitchfork, il frontman Ben Gibbard ha dichiarato: «Il nostro obiettivo è fare un disco che sia tra i migliori della nostra discografia. Rispetto e capisco perfettamente il motivo per cui la la gente ama Transatlanticism, We Have the Facts… o Narrow Stairs. E mi auguro che le persone ascoltino con il minor pregiudizio possibile, valutando la musica per quello che è e non per come vorrebbe che fosse».

Il 26 gennaio 2015 viene pubblicato l’audio del primo singolo Black Sun, disponibile per l’ascolto in sezione widget, mentre il 23 febbraio è il turno di No Room In Frame. Il 10 marzo esce lo streaming del brano The Ghosts of Beverly Drive, mentre il 16 marzo Pitchfork pubblica l’audio di Little Wanderer.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota
  • 1 No Room in Frame
  • 2 Black Sun
  • 3 The Ghosts of Beverly Drive
  • 4 Little Wanderer
  • 5 You’ve Haunted Me All My Life
  • 6 Hold No Guns
  • 7 Everything’s a Ceiling
  • 8 Good Help (Is So Hard to Find)
  • 9 El Dorado
  • 10 Ingénue
  • 11 Binary Sea

I più ascoltati