Sixteen Oceans
Mar
13
2020

Four Tet

Sixteen Oceans

Text Records

Elettronica
Precedente
Joywave – Possession Joywave - Joywave – Possession
Successivo
Imploding the Mirage The Killers - Imploding the Mirage

Info

Pubblicato il 13 marzo 2020 sulla personale Text, Sixteen Ocenas è l’album di Four Tet che segue New Energy. Il disco è stato anticipato da un post del producer che ne dettagliava la tracklist e in cui comparivano le tracce che ne hanno anticipato la pubblicazione, ovvero l’intimistica house di Baby con il feat. (campionato) di Ellie Goulding (traccia diffusa a gennaio 2020 e della quale è stato condiviso anche il relativo videoclip diretto da Joanna Nordahl), la botanica-indietronica Teenage Birdsong e la più sintonizzata su sonorità new age 4T Recordings.

In scaletta troviamo sia pezzi con le drum machine in primo piano (come l’opener School), sia scorci di un’estatica elettronica per lucenti rintocchi di strumenti d’aria (arpa, campane, vetri), gli stessi che hanno reso Pantha Du Prince noto in tutto il mondo (Mama Teaches Sanskrit). Scorrendo la tracklist è inoltre intuibile il concept di una prova che ripercorre la vita di Kieran Hebden, un’autobiografia in 16 quadretti che parte dagli anni scolastici, la cui colonna sonora era costituita dalle frequenze radio pirata come Kiss Fm (la UK garage di Baby), continua con il periodo folktronico dominato dagli strumenti a corda di Pause (harpsichord), e prosegue con la svolta elettronica di There Is Love In You (Love Salad).

In tracklist, anche episodi specifici come la “band practice” del 1993 (la formazione post-rock Fridge in cui il Nostro militava è nata l’anno successivo) o un giorno particolare come deve esserlo stato il 25 marzo del 2019 e così via, fino al ricordo della madre che gli insegna il sanscrito. In pratica è Four Tet, beato e in solitudine, intento a reimmaginare se stesso perso in un isolotto in mezzo all’oceano.

di Edoardo Bridda

Altre notizie suggerite