Album

Kariti

Covered Mirrors

17 Aprile 2020 dark minimalismo folk

Covered Mirrors è l’album di debutto di Kariti  (“piangere i morti” secondo un antico linguaggio liturgico slavo), artista nata in Russia e operativa in Italia, che ha scritto, eseguito e prodotto il tutto per conto proprio, salvo alcuni contributi esterni alle chitarre. L’album, una specie di percorso catartico attraverso il lutto, e in lingua inglese e russa, è in uscita per Aural il 17 aprile 2020.  

In scaletta ci sono nove tracce, una intro e otto canzoni, tra dark folk, minimalismo, fingerpicking ed eteree armonie vocali, che si ispirano, fra gli altri, a Scott Kelly, Steve Von Till, Townes Van Zandt, Nick Drake, Chelsea Wolfe, Marissa Nadler ed Emma Ruth Rundle. Le registrazioni sono state effettuate da Lorenzo Della Rovere e il master è a cura di Lorenzo Stecconi (Ufomammut, Zu, Grime).

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati