Album

MasCara

MasCara – Questo è un uomo questo è un palazzo

22 Settembre 2020 cantautori indie synthpop

In uscita il 22 settembre 2020 su tutte le piattaforme digitali, Questo è un uomo questo è un palazzo è il terzo album dei MasCara, a seguire il pop orchestrale di Tutti usciamo di casa e il più ombroso Lupi, mixato da Tommaso Colliva. Questo è un uomo questo è un palazzo è stato registrato nel 2018 a Il Faro, studio del cantante Lucantonio e del chitarrista Claudio Piperissa. La scrittura, partendo da errori digitali e campionamenti, si è orientata a un mix tra tecnologia ed emozioni, per rappresentare il rapporto tra computer e umanità alla base stessa dell’intero lavoro, anticipato dai singoli Carne & Pixel, Gospel per pionieri e Motherboard. Gli arrangiamenti possono contare tanto su fiati e assolo di sax quanto su filtri e delay, andando a rivestire undici canzoni in equilibrio tra il soul e il songwriting italiano degli anni ‘60 e ‘70 e le più moderne influenze elettroniche.

Dalla cartella stampa: «Le canzoni dei MasCara, nate fra le chat, nell’età adulta dei social, nell’avvento degli assistenti vocali e nella sensazione costante di essere soggetti a target, anche e soprattutto per le nostre emozioni, sono lo specchio di un intero sistema. Lasciamo segni ovunque: sono numeri e sono vita. Caotiche e organizzate allo stesso tempo, somigliano alle continue distrazioni che subiamo nell’usare le nostre playlist, ai continui suggerimenti che ci vengono offerti dagli algoritmi. I sample sono concepiti come dolci disturbi e connettono il passato al presente delle nostre canzoni. Come cartelle e sottocartelle sui nostri sistemi di memoria. Sono carne umana e sono i pixel nel DNA dei nostri monitor.  E i server lontani, al sicuro in grandi palazzi, già custodiscono le nostre vite, le nostre tracce. Chissà se un giorno avranno un’anima. La ricerca di un’attitudine lo-fi vuole essere la perfetta colonna sonora degli hard-disk che vanno in crash, delle nostre esperienze archiviate nelle memorie esterne e dei link tra cui ci spostiamo compulsivamente».

La band lombarda per descrivere l’album, quasi un concept legato ai temi della memoria e del futuro, ha parlato di una sorta di «Black Mirror in musica», ispirato a un immaginario ormai non più tanto distopico e all’universo sci-fi costituito da film, serie televisive e anime.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati