The State Between Us
mar
29
2019

Matthew Herbert

The State Between Us

Caroline Records

ElettronicaOrchestrale / Sinfonica
array(0) { }
  • A Devotion Upon Emergent Occasions
  • Fiesta
  • You’re Welcome Here
  • Run It Down
  • The Tower
  • An A-Z Of Endangered Animals
  • Reisezehrung
  • Moonlight Serenade
  • Be Still
  • The Words
  • The Special Relationship
  • Where’s Home
  • Fish And Chips
  • Backstop (Newbury to Strabane)
  • Feedback
  • Women Of England
Precedente
Fond Reflections Rema-Rema - Fond Reflections
Successivo
Io sono la Mia musica Mia Martini - Io sono la Mia musica

Info

In uscita il 29 marzo 2019, The State Between Us è l’atteso concept album di Matthew Herbert sulla Brexit. Il disco è accreditato alla The Matthew Herbert Great Britain and Gibraltar European Union Membership Referendum Big Band e, innanzitutto, vede all’attivo un migliaio di ospiti tra i quali citiamo Rahel, Arto Lindsay, Merz, Patrick Clark ma anche strumentisti solisti come Enrico Rava, Byron Wallen, Sheila Maurice Gray e Nathaniel Cross. Cenni nei testi inoltre del più grande drammaturgo inglese ancora in vita Caryl Chruchill così come quelli di Percy Shelley e John Donne, oltre che di comuni cittadini britannici e del Segretario Generale del Partito per l’Indipendenza del Regno Unito (UKIP).

«The State Between Us è un album che racconta cosa significa essere britannici nel 2019 – spiega la nota stampa – Le sue sedici tracce rappresentano un viaggio a piedi lungo la Gran Bretagna e oltre, immaginato su melodie elegiache ricamate su registrazioni fatte in determinate città. Gli aerei della Seconda Guerra Mondiale che si scontrano con delle Ford Fiesta e si spaccano e poi la solitudine di un unico nuotatore che attraversa il canale, accompagnata da quella di un ciclista in giro per Chequers. Qui il suono evocativo di porti vuoti e fabbriche che vengono demolite, quello di alberi antichi e il lamento di animali in via d’estinzione scorrono per poi posarsi su una musica che pone un’unica, importantissima, domanda: “dov’è casa?” e abbandona l’ascoltatore con una risposta incredibilmente speranzosa: “qui sei il benvenuto”».

L’artwork di The State Between Us, realizzato dalla collaboratrice di lunga data Sarah Hopper, si basa su uno scatto della nota fotografa Eva Vermandel.

di Edoardo Bridda

Widget

Altre notizie suggerite