Rust Never Sleeps
Lug
02
1979

Neil Young

Rust Never Sleeps

Reprise

RockFolk
array(0) { }
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente
Comes A Time Neil Young - Comes A Time
Successivo
Live Rust Neil Young - Live Rust

Info

Dopo il fin troppo quieto Comes A Time del 1978, Neil Young chiude i suoi formidabili 70s con uno dei tipici scarti a cui aveva ormai abituato i fan: Rust Never Sleeps mette in fila nove pezzi inediti frutto di incisioni live (avvenute tra il ’76 e il ’78) e due tracce in studio. Ballate folk-rock ad alta intensità (Pocahontas, Powderfinger) e spurghi ai limiti dell’hard (Welfare Mothers, Sedan Delivery) che trovano nella geniale contrapposizione tra l’acustica My My, Hey Hey (Out Of The Blue) e la furibonda Hey Hey, My My (Into The Black) il riflesso perfetto.

di Edoardo Bridda

Altre notizie suggerite