Concrete and Glass
Gen
24
2020

Nicolas Godin

Concrete and Glass

Because Music

PopPsychArt
Precedente
Watchmen: Volume 2 (Music from the HBO Series) Atticus Ross - Watchmen: Volume 2 (Music from the HBO Series)
Successivo
Jack Peñate – After You Jack Peñate - Jack Peñate – After You

Info

Concrete and Glass è il secondo album in studio di Nicolas Godin, del duo Air, disponibile dal 24 gennaio 2020 (via Because) a quasi cinque anni dal debutto con Contrepoint. L’album, anticipato dai singoli The Border e The Foundation (di cui trovate i videoclip a fondo pagina), includerà collaboratori del calibro di Alexis Taylor degli Hot Chip, Kadjha Bonet, Kate NV e Kirin J Callinan.

Parlando di The Border, Godin ha dichiarato: «Ho composto il brano pensando al grande architetto Mies van der Rohe. Ha costruito il Padiglione di Barcellona nel 1929 sulle colline di Montjuic e quell’opera ha spazzato via l’intera storia dell’architettura che l’ha preceduta per aprire un inedito capitolo nella storia dell’umanità… …In breve, è la storia di qualcuno che chiede ad alcuni altri di seguirlo verso il confine spagnolo sul mare, per mostragli un nuovo cammino verso la libertà e la pace… lasciando tutto alle spalle».

A proposito di The Foundation racconta: «Sono partito dal Case Study House #21 di Pier Koenig per questo brano. O meglio, questo è quello che ho detto a Cola Boyy quando gliel’ho presentato. Gli ho raccontato delle radici architettoniche dell’intero progetto, spiegandogli che avrebbe potuto scrivere liberamente il testo. Ho sempre pensato che si dovesse partire da un concetto per scrivere un album, ma che poi si dovrebbe lasciar fare il resto alla musica. Quando la musica prende il controllo si tratta di un buon album. Ho applicato questo principio a tutti gli album che ho avuto la fortuna di realizzare finora, con un unico mantra: ‘è la musica a decidere’. E questa canzone ne è l’esempio perfetto».

di Davide Cantire

Altre notizie suggerite