Album

Octo Octa

Octo Octa – She’s Calling EP

5 Febbraio 2021 house
Array

She’s Calling è l’EP che chiude l’ideale di trilogia di Maya Bouldry-Morrison in arte Octo Octa – inaugurata con l’ottimo For Lovers e proseguita con l’altrettanto valido album Resonant Body (entrambi del 2019) – alla ricerca di connessioni tra retro house e riti. Uno studio che non guarda alla concezione tipicamente ravey di fuga ed escapismo, quanto al filo che lega l’uomo con la natura e invisibili forze (basta dare una letta alla poesia scritta dalla producer per annunciare l’uscita del disco), mettendo sul piatto i più ovvi degli elementi, dunque deep, break e accordi tra trance e visioni new age, garantendo comunque una certa forza evocativa.

Tre le tracce in scaletta, un set giocato all’incrocio tra 80s e 90s. Chiamala anche hip house ma questo varrebbe unicamente per l’intro di Find Your Way Home. Del resto si parte con un accattivante breakbeat in zona Orbital e Future Sound Of London seppur con un gusto decisamente ambient house. Il pezzo è Goddess Calling e chiama a sé dell’IDM danzereccia avvolta da groove celesti, una zona di compressione che non spegne del tutto le luci del dancefloor, specie nel finale. Chiude il trittico l’organetto nuziale che apre Spell For Nature, un anthem piano house mascherato da traccia meditativa con spoken word che male non fa.

Certo che è un ascolto retrò cionondimeno fatto con tutti i crismi e la passione del caso per ricreare il momento clou, quello in cui il rush chimico incontra ritmo e groove.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota
  • 1 Goddess Calling
  • 2 Find Your Way Home
  • 3 Spell For Nature

I più ascoltati