Numen
Ott
25
2019

Pieralberto Valli

Numen

Ribéss Records

CantautoriWavePost-punk
array(0) { }
  • Non fare tardi
  • Profumo
  • Moltiplica
  • Tutto ciò che so
  • Dimenticare
  • Eleusi
  • Salomè
  • La peste
  • Vado verso di me
  • Colui che mi porta
  • Allagami
  • Il lontano di me
  • Unisci i punti
  • Eppur si muore
  • Otello
Precedente
Like the River Loves the Sea Joan Shelley - Like the River Loves the Sea
Successivo
Passages Quiroga - Passages

Info

Numen è il secondo album solista di Pieralberto Valli (Santo Barbaro), dopo l’Atlas pubblicato nel 2017. Il disco esce il 25 ottobre 2019 in un cofanetto in edizione limitata, dopo che nove brani su quindici della tracklist sono stati condivisi online lungo tutto il 2019 (ne trovate alcuni nella nostra sezione widget).

«Alla fine del 2017 – si legge nel comunicato stampa che accompagna il disco – la compagnia di teatro contemporaneo “Città di Ebla” ha commissionato a Pieralberto Valli una parte del lavoro che stava mettendo in scena, “Le visioni di Zosimo”_CONsensu Patris, ossia uno studio corale sul senso del sacro e sulla figura del padre. Questi i due concetti chiave da cui partire, per un totale di circa venti minuti di musica e parole. Le parole scelte sarebbero state le uniche dello spettacolo. Accettato il compito, Valli ha cominciato a scrivere, ispirato da letture e riletture di testi di varia natura (studi sulla Bibbia e il Cristianesimo, testi di Jung, Ermete Trismegisto, e anche visioni più “olistiche” come quelle di Annick de Souzenelle), e in pochissimo tempo sono nati circa 20 movimenti, o canzoni possibili, da ultimare, perfezionare, rivedere. Tre sono poi andate in scena nel maggio del 2018, ma tutto quel patrimonio si è poi coagulato nell’idea di un album».

di Fabrizio Zampighi

Widget

Altre notizie suggerite