Album

Robert Strauss

Robert Strauss – Odyssey Funk

23 Novembre 2020 house funk disco hiphop
Array

Odyssey Funk è un ottimo biglietto da visita per fare la conoscenza con il canadese Robert Strauss. Tipico musicista e produttore da “dietro le quinte”, fin da i suoi inizi che sono da andare a ricercare nei primi anni ’90 in veste di compositore per altri, in seguito come fondatore del collettivo Personal Life, formato da musicisti di area jazz e soul attivi in quel di Londra, dove Strauss da tempo ha gettato le sue basi.

La sua discografia è disseminata tra alcune prestigiose label quali Soul Jazz Records, BBE e Freerange Records; questa raccolta, targata per l’occasione Tokyo Dawn, include alcune delle sue produzioni più pregevoli, oltre a inediti e remix. La sua funky house di sostanza, dalle forti venature disco ed electro, viene ulteriormente ravvivata da robuste iniezioni di hip hop “vecchia scuola” ed arricchita da alcuni ospiti di talento in veste di vocalist ed MCs tra i quali spiccano il rapper Baatin, dei leggendari Slum Village, ed il cantante Leroy Burgess.

Particolarmente sfiziose sono le conclusive Damn e Detroit Berlin, e i due remix inclusi nella tracklist: Miami Jammin, riletta in chiave P-Funk futuristica dal detroitiano Recloose, e l’africaneggiante Level 52 rielaborata in chiave techno dal tedesco Henrik Schwarz.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati