Drift Code
feb
01
2019

Rustin Man

Drift Code

Domino

CantautoriFolk
Precedente
Robotic Electronic Music Moritz Simon Geist - Robotic Electronic Music
Successivo
This Is How You Smile Helado Negro - This Is How You Smile

Info

In uscita il 1 febbraio 2019 via Domino, Drift Code è l’album di Rustin Man, al secolo Paul Webb (già bassista dei Talk Talk), che segue Out Of Season (2002), il suo ultimo album sotto quest’alias, disco nato dalla collaborazione con Beth Gibbons dei Portishead. Registrato nella sua abitazione nella campagna dell’Essex (un fienile convertito in una sorta di museo di diavolerie raccolte durante un’intera vita) dove vive con la moglie Sam e due figlie che sono cresciute parallelamente alle sue lunghe session, il disco è stato registrato in solitaria da Webb a partire da alcuni demo che si sono avvalsi del contributo alla batteria del sodale Lee Harris (Talk Talk e O’Rang). Il resto si è sviluppato assecondando un lungo processo di multi-tracking, con ogni strumento a venir inciso separatamente da 6 differenti microfoni opportunamente posizionati nella stanza, e questo per ogni singola traccia. Dunque, prima sono state registrate le parti di chitarra per ciascuna canzone, poi tutte quelle di basso e così via. A rimanere, è la giallognola cifra stilistica di Rustin Man, un portale della memoria, abitato da standard anni ’40 e naturalmente non solo da quelli, eppure, come sottolinea la press, «attraversato da una tiepida, saggia, euforia». Di seguito alcuni pensieri sparsi del musicista che vi riportiamo in lingua originale.

«Through the necessity of recording over a long period of time, the album has a kind of unfixed or uprooted quality. As if the songs belong nowhere so hopefully belong everywhere… …I called the album Drift Code as it’s an oxymoron, a code is something fixed, but our instinct is to wander, to drift. I like the idea that life is a puzzle that can’t be solved because the answer is always changing».

Ad anticiparlo, il singolo Vanishing Heart, accompagnato da un videoclip diretto da Edwin Burdis.

di Edoardo Bridda

Altre notizie suggerite