Album

Stu Larsen

Marigold

3 Aprile 2020 pop cantautori folk

In uscita il 3 aprile 2020, Marigold è il nuovo album del cantautore australiano Stu Larsen, che arriva a tre anni di distanza dai buoni risultati ottenuti con Resolute: il suo terzo lavoro in studio raccoglie le cronache di un viaggio lungo dodici anni, attraverso cinque continenti, che parte dalla natia cittadina di Dalby, a tre ore di auto da Brisbane.

«Non avrei mai pensato di lasciare la fattoria», confessa Larsen, «ero un ragazzo timido, non avevo il coraggio di parlare con nessuno. Sono stato in grado di assaggiare un po’ cosa significasse viaggiare una volta e mi sono innamorato del mondo esterno. Quando ho incontrato Mike Rosenberg [aka Passenger] aveva bisogno di qualcuno che andasse in viaggio con lui e gli ho detto di sì».

Gli undici brani che compongono Marigold raccontano del percorso emotivo e di crescita che Larsen ha vissuto in questi anni decisamente importanti, dal primo singolo Whisky & Blankets (A Tu Lado) all’ultimo pezzo che compone l’album, Phone Call From My Lover, un brano che mette l’accento sul dolore che si prova terminata una storia d’amore. A differenza del precedente lavoro, qui Larsen sembra ripetersi senza una vena ispiratrice troppo accesa: gli arrangiamenti, seppur rientranti nella cornice del cantautorato indie-folk, risentono di una certa stanchezza che non li rende altro che giusti. Un po’ poco per un disco che si propone di raccontare più di un decennio di vita. Dov’è il soffio vitale in questi nuovi brani? Hurricane suona come una demo non riuscita degli Eagles, con il suo andamento galoppante ma fermo su se stesso e Phone Call From My Lover sembra attingere in modo confuso dalle antichità di Bon Iver perdendosi però tutta la parte in cui il non detto brilla decisamente di più del dettaglio finito. Quella di Marigold risulta, alla fine dell’ascolto, un’intimità ricercata in maniera ossessiva e poco sincera, vittima forse di un preconcetto sulla reale anima del musicista australiano, oggi più che mai confinato in un genere che forse dovrebbe lasciare ad altri.

Ad anticipare l’uscita del disco, proprio il singolo Phone Call From My Lover – definito da Larsen come «the most intimate moment on my most intimate work» – che potete ascoltare nell’apposito box streaming.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati