Disturbance
Mar
01
2019

Test Dept

Disturbance

One Little Indian

RockIndustrial
Precedente
White Denim – Performance White Denim - White Denim – Performance
Successivo
No Geography The Chemical Brothers - No Geography

Info

È in uscita il 1 marzo 2019, su One Little Indian, Disturbance, il nuovo album dei Test Dept, band pioniera dell’industrial anni ’80. Un disco più attuale che mai, per loro che combatterono aspramente gli ideali della Thatcher e tornano adesso in una Gran Bretagna non così dissimile da quella di trent’anni fa.«Il caos che stiamo vivendo ora è incredibile, da qui arriva il titolo. È estremamente disturbante», spiega Graham Cunnington, che combatte contro tutto ciò dal 1981. Fu quello l’anno in cui lui, Paul Jamrozy e vari artisti di talento provenienti da diverse discipline formarono i Test Dept forgiando un nuovo, incendiario sound in un edificio occupato nella zona di New Cross, Londra. In breve diventarono eroi dell’underground e il Governo Britannico incominciò a tenerli sotto sorveglianza.

Trentasette anni dopo – spiega il comunicato stampa – in questo nuovissimo album, quel sound è incendiario più che mai. «Siamo persone diverse, adesso, non siamo più dei ragazzini», spiega Jamrozy. «La rabbia c’è sempre, ma è temperata da una saggezza diversa ora. Abbiamo cercato di aggiornare il sound, di truccarlo un po’; per esempio, ascoltando le tracce di una volta, ci siamo resi conto che erano un po’ carenti di basso, e ora l’abbiamo portato parecchio in evidenza». Ma non è solo una questione di basso. In Speak Truth To Power il testo sulla ferocia del capitalismo è avvolto da archi di grandezza sinfonica, esplosioni di tastiere e percussioni disturbanti e metalliche. Full Spectrum Dominance, che parla della «guerra perpetua nella quale ci troviamo, dall’Iraq all’Afghanistan alla Siria», combina un design sonoro combattivo con testi da incubo e batterie intense e pulsanti (il batterista è il nuovo collaboratore Zel Kaute), insomma quella che Jamrozy definisce “chaotic freedom”. Landlord, il primo singolo estratto, è un vero e proprio campo di battaglia che prende casse insistenti che ricordano la techno degli anni ’90 e le unisce a rullanti che sembrano scariche di mitragliatrice, arpeggi accecanti e urla violente: un anatema nei confronti di disgrazie terribili come quella della Grenfell Tower, l’incendio del grattacielo popolare a Londra del 2017 in cui persero la vita 72 persone. «Noi cerchiamo di non essere troppo letterali, ma certe cose vanno dette» – spiega Jamrozy – «la gente sente la necessità di prendere a pugni in faccia gli avidi rapaci».

Nei widget alla fine di questo articolo trovate l’audio della succitata Landlord.
di Valerio Di Marco

Altre notizie suggerite