Album

The Lounge Lizards

The Lounge Lizards

21 Luglio 1981 jazz freejazz experimental punkjazz
Array

Registrato a New York nel luglio del 1981, The Lounge Lizards è l’album con cui debutta col botto la band assemblata dal sassofonista John Lurie (poi anche attore dal prezioso curriculum, diretto da registi come Jim Jarmush, Roberto Benigni, Wim Wenders, Martin Scorsese, David Lynch, e ultimamente apprezzato pittore), con suo fratello Evan alle tastiere, Steve Piccolo al basso, Anton Fier alla batteria e Arto Lindsay (DNA, Golden Palominos) alla chitarra. Il risultato è un eclettico e inconsueto corto circuito tra free jazz e no wave, dove alle composizioni nervose di Lurie (tra tutte segnaliamo lo swing allucinato di Incident On South Street, la decostruzione noise blues di Ballad  e l’andamento zoppicante di Fatty Walks) si sommano dissacranti omaggi alla tradizione (lo standard Harlem Nocturne di Earle Hagen, del 1939) e al bebop di Thelonious Monk (Well, You Needn’t del 1947, ed Epistrophy, del 1941). L’iconica copertina, curata da Peter Saville e incentrata su una foto di gruppo in bianco e nero di Fran Pelzman, chiude il cerchio estetico di un lavoro dalla grande rilevanza storica.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati