The Road: Part II/Lost Highway
mar
29
2019

UNKLE

The Road: Part II/Lost Highway

Songs For The Def

PopRockElectro
array(0) { }
  • Iter VI: Prologue
  • Requiem (When You Talk Love)
  • Ar.Mour (featuring Elliott Power an...
  • Iter VII: Lost
  • The Other Side (featuring Tom Smith...
  • Feel More / With Less
  • Nothing to Give
  • Iter VIII: However Vast the Darknes...
  • Long Gone
  • Only You
  • The First Time Ever I Saw Your Face...
  • Iter IX: Epilogue / Tales of the Ci...
  • Crucifixion / A Prophet
  • Powder Man
  • Kubrick (featuring Mick Jones)
  • Sun (The)
  • Find an Outsider
  • Iter X: Found
  • Days And Nights
  • Reprise
  • Iter XI: In Your Arms
  • Touch Me (featuring Liela Moss)
Precedente
Mira Calix – Utopia Mira Calix - Mira Calix – Utopia
Successivo
Francesco Cusa & The Assassins Meets Duccio Bertini – Black Poker Francesco Cusa - Francesco Cusa & The Assassins Meets Duccio Bertini – Black Poker

Info

The Road: Part II/Lost Highway è il secondo capitolo della programmata trilogia degli UNKLE iniziata due anni fa con The Road: Part I, disponibile dal 29 marzo 2019. A precedere l’uscita, la pubblicazione del singolo Ar.Mour, di cui è disponibile anche un videoclip con il feat. di Miink e Elliott Power, e di The Other Side.

L’artista ha dichiarato: «Ho iniziato a lavorare in radio da poco, con uno show per Soho Radio (Living in my headphones) che mi ha fatto pensare ad un modo differente di fare il dj e suonare i dischi. Non si trattava più di far ballare il pubblico in un club, ma di farlo in modo più eclettico. Ho realizzato ‘The Road: Part II’ allo stesso modo, come un mixtape per un lungo viaggio. Sei in macchina e guidi dal mattino fino a notte fonda, è il tuo ultimo viaggio. Questo album è la seconda parte di una trilogia, dove il primo capitolo parlava di lasciare casa e il secondo del viaggio e della scoperta. Part II è il viaggio degli UNKLE, sei sulla strada, fuori nel mondo, e ci sono alti e bassi, amori, perdite ed esperienze. Il terzo album parlerà del ritorno a casa, in qualsiasi momento ci sarà».

Come la prima parte, anche questo nuovo lavoro è ricco di collaborazioni, tra le quali Jon Theodore dei Queens of the Stone Age, Dhani Harrison, Mark Lanegan, Michèle Lamy, Tom Smith degli Editors, Andrew Innes dei Primal Scream e molti altri.

di Davide Cantire

Widget

Altre notizie suggerite