Fabrizio Testa (IT)

Biografia

Fabrizio Testa è nato a Milano nel 1981, ha iniziato a suonare il basso da autodidatta nel 1997 militando in varie cover band dell’area milanese. Nel 2002 forma i PuroCashmere (Fabrizio alla chitarra e voce, il fratello Stefano al basso, Luca Leone alle tastiere e Julio Verganzo alle percussioni) dove affiorano i primi pezzi originali e un disco, inciso nel 2004, dal titolo Le canzoni del crepuscolo. Dal 2005 al 2010 lavora a produzioni musicali per conto terzi sino al 2011, quando con Andrea Dolcino fonda la Tarzan Records. Cantautore, musicista e reporter, può già vantare una peculiare esperienza nell’underground indipendente nostrano come produttore di svariati progetti. Ad agosto del 2010 si trasferisce a Parigi dando vita al progetto dark-folk Il lungo addio, ispirato principalmente dalla romagna decadente, luogo ideale per storie di miserie umane.

Quattro dischi private press, un vinile, due dischi distribuiti autoprodotti e l’ultimo, Pinarella Blues, uscito per Wallace nel giugno del 2014. Rari e a sorpresa i concerti. Nel 2013 dà alle stampe il suo primo disco solista, Mastice, redatto in sole 100 copie. Lavoro che abbraccia generi musicali differenti e che vede coinvolti personaggi quali Roberto Bertacchini, Alessandro Camilletti, Cesare Malfatti, Miro Snedjr, Luca Barachetti e Alessio Gastaldello. Il secondo volume, Morire, esce nel 2014, e si avvale sempre di collaboratori importanti quali Stefano Ghittoni, Federico Ciappini, Amy Denio, Xabier Iriondo e un coro di alpini di ventuno elementi. Iniziano anche alcuni concerti di musica elettroacustica in varie parti d’Europa.

Nel 2014 esce Music For Adriatic Colonies, disco di musica classica contemporanea dedicato ai ruderi di origine fascista sparsi sul litorale adriatico. Oltre ai vari show a nome proprio e con Il lungo addio, Testa suona il clarinetto nel Gorlago trio, una formazione dedita al jazz impro-radicale. Il suo intento è quello di risvegliare dal torpore storie bloccate nel dimenticatoio collettivo, creare incroci sensazionali ed emotività scostante, ripescando dal passato come dal presente.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite