Lino Capra Vaccina (IT)

Biografia

Lino “Capra” Vaccina si affaccia al panorama musicale italiano negli anni ’70 quando fonda assieme a Walter Majoli uno dei più interessanti gruppi di etnopop presenti sulla scena, gli Aktuala, realizzando con loro alcuni album fondamentali nello sviluppo dell’avanguardia underground del tempo, come l’omonimo esordio in scia a Third Ear Band e Embryo, ma dotato di un suo affascinante melting pot che ne fa pietra miliare. Dopo aver lasciato gli Aktuala studia percussioni, pianoforte, composizione, storia della musica e canto corale presso la Civica Scuola di Musica di Milano, per poi collaborare con Franco Battiato in qualità di percussionista e coautore. Nel 1975, insieme a Battiato, Juri Camisasca, Mino Di Martino ed altri dà vita al gruppo Telaio Magnetico, breve esperienza prettamente live e immortalata in un disco live pubblicato nel 1995 per Musicando.

Nel 1978 il Nostro pubblica l’album Antico Adagio, disco fondamentale per comprendere il linguaggio sonoro di Capra Vaccina, sempre al crinale tra avanguardia, cosmica, ambient, new age, ma in grado di travalicare generi e ambiti per proporsi come musica fuori dal tempo e dallo spazio. L’album viene ristampato nel 2014 da Die Schachtel con l’aggiunta dei Frammenti Da Antico Adagio, composizioni risalenti alle stesse session e mai pubblicati. Una seconda giovinezza porta LCV a suonare nei luoghi dell’avanguardia odierna, come lo Spazio O’, Macao, e come ideale headliner al terzo Thalassa, il festival delle Musiche Occulto-Psichedeliche organizzato al DalVerme romano.

Negli anni LCV ha suonato come percussionista (dal 1979 al 1985) nell’orchestra del Teatro alla Scala sotto la direzione, tra gli altri, di Abbado, Osawa, Pretre, e ha pubblicato negli anni ’90 due album, L’Attesa (1992 Lynx records) e In cammino tra sette cieli (Musicando 1994).

 

Leggi tutto

Altre notizie suggerite