Tribuna Ludu

I Tribuna Ludu hanno origine dalla comune ossessione per il ritmo di Federico Fragasso (voce, chitarra, sinth) e Simone Vassallo (tamburi e lamiere, attivo anche con King of the Opera); una pratica quasi catartica per la band fiorentina, vero e proprio ritorno alle origini come personale antidoto contro le nevrosi della società contemporanea. Il gruppo prende coscienza della propria esistenza nel 2005, con l’ingresso in formazione di Cristiano Bianchi (basso, sinth, voce).

Nel 2009, a seguito di un EP omonimo auto-prodotto e di un’intensa attività live, i tre danno alle stampe l’esordio ufficiale. In Etere, pubblicato da Danzacosmica/Audioglobe, frulla in un corpo solo numerose anime musicali: dal punk-funk fine anni ’70 alla paranoia dei CCCP Fedeli Alla Linea, passando attraverso una personale rilettura della musica etnica più percussiva.

Nel 2012, dopo varie vicissitudini personali ed uno iato protrattosi per circa tre anni, i Tribuna Ludu partecipano alla compilation The Next Wave – Una raccolta sulla nuova scena fiorentina, con il brano Frattaglie. La traccia evidenzia il percorso di maturazione musicale intrapreso dal gruppo: le ritmiche propendono in misura maggiore verso pulsazioni ataviche ed ossessive, le trame sonore – se possibile, sono persino più scarne che in passato – tradiscono l’influenza di certa elettronica industriale, i testi sono orientati ad un misticismo cupo e schizoide.

Nel settembre 2014 i tre pubblicano per FRESH YO! Label l’EP Fuoco! (sul Quartier Generale), con all’interno il singolo omonimo, un remix firmato Backwords (Casino Royale) e la sbilenca rilettura di Un Galantuomo, brano del 1974 originariamente inciso dalla meteora del prog, Juri Camisasca. Nello stesso mese Cristiano Bianchi decide di porre amichevolmente fine alla propria militanza nel gruppo, per dedicarsi ad altri progetti. Fragasso e Vassallo coinvolgono quindi Francesco D’Elia (aka Wassilij Kropotkin, già con King of the Opera e Criminal Jokers) e Lorenzo Maffucci (aka Mangiacassette, già con Baby Blue/Blue Willa e BettiBarsantini) per tradurre dal vivo i nuovi brani.

Nel frattempo l’EP riceve ottima accoglienza dalla stampa specializzata, aprendo la strada al secondo lavoro sulla lunga distanza, un concept liberamente ispirato all’Orestea di Eschilo. Le Furie si propone di mettere in musica il processo di assunzione e liberazione dalla colpa, ed ha il proprio fulcro nella figura delle Erinni, creature al tempo stesso ferali e benevole. L’album uscirà il 23 febbraio 2015 per FRESH YO! Label.

Amazon
Discografia
News
Articoli