Dancity Winter 2019

Dal 26 Dicembre al 28 Dicembre 2019

Precedente
Poesia Carnosa – My Dance The Skull : Ten Year Anniversary 2019 Poesia Carnosa – My Dance The Skull : Ten Year Anniversary 2019
Successivo
Flow Festival 2020 Flow Festival 2020

Info

Torna, in versione invernale, Dancity, festival internazionale di cultura e musica, nato a Foligno nel 2006 e divenuto importante punto di riferimento italiano. Dancity Winter 2019, realizzato in collaborazione con il Comune di Foligno, si svolgerà nella città umbra il 26, 27 e 28 dicembre: «una novità assoluta – affermano gli organizzatori in una nota stampa – che rappresenta un’occasione in più per riscoprire le bellezze del territorio attraverso uno sguardo diverso, che sappia unire qualità e innovazione con la giusta dose di energia e divertimento, nel luogo simbolo del Festival e storicamente prezioso come l’Auditorium S. Domenico».

Al centro dei tre giorni ci sarà come sempre la musica, di ricerca e di sperimentazione, con performance di artisti internazionali che hanno lasciato negli anni un segno indelebile accanto a nuovi volti e nuovi suoni proiettati nel futuro, che rappresentano ciò che di più interessante il panorama attuale ha da offrire. E sarà proprio il centro e la sua riscoperta il nucleo di Dancity Winter: il centro storico di Foligno, fulcro della vita cittadina, torna ad essere protagonista grazie al Festival, che si colloca questa volta in un periodo difficile ma allo stesso tempo interessante, tra Natale e Capodanno: una novità che è anche una scommessa per gli organizzatori della manifestazione.

«L’intento di Dancity – prosegue il comunicato – è quello di poter dare il proprio contributo alla valorizzazione e alla riscoperta del cuore della città umbra, attraverso nuova vitalità e linfa creativa. Durante i tre giorni del Festival, che si articoleranno dal pomeriggio fino alla sera con esibizioni uniche, concerti, DJ set, performance audio-visive, il pubblico potrà godere anche delle bellezze storico-artistiche ed eno-gastronomiche, centro pulsante di Foligno. Tanti saranno gli artisti che andranno a comporre il ricco programma di questa edizione invernale, ma per il primo annuncio Dancity ha scelto di focalizzare l’attenzione su una figura importante per la sua storia, il cui live sarà il concerto inaugurale del Festival».

Giovedì 26 dicembre, nel primo giorno di Dancity Winter, i riflettori saranno puntati sulla storia della musica elettronica. Il concerto inaugurale del festival vede un headliner che ha segnato l’evolversi della musica elettronica (e non) degli ultimi quarant’anni: Michael Rother. Ex membro dei Kraftwerk e fondatore delle storiche band NEU! ed Harmonia, il musicista tedesco porterà sul palco dell’Auditorium S. Domenico un live accompagnato da Hans Lampe alla batteria e Franz Bargmann alla chitarra, attraverso un viaggio che ripercorrerà le sonorità dei gruppi da lui fondati accanto a quelle delle sue produzioni soliste. Dal krautrock al minimalismo, fino ai paesaggi sonori di Brian Eno (con il quale Michael collaborò negli anni 70) con la sua musica il Nostro ha influenzato negli anni generazioni di artisti, da David Bowie a Iggy Pop, dagli Autechre ai Radiohead, solo per citarne alcuni. Una figura chiave, dunque, della scena musicale elettronica, simbolo del periodo avanguardistico tedesco dei primi anni 70, e che ancora oggi continua a diffondere il suo verbo. In chiusura di serata, sempre giovedì 26, troveremo inoltre il trio house Pastaboys che proporrà un particolare dj set, “expand the foundations”, a seguire F.T.G con feat. di Marco Baroni e Paula Tape.

Nei due seguenti giorni la line up del festival si arricchisce di altri importanti live: venerdì 27, da La Tempesta arriva 72-Hour Post Fight, seguito da Dj Firmeza, Kelman Duran, L U C Y (quello britannico), Mina e Napoli Segreta. Mentre in chiusura, sabato 28 dicembre, avremo l’indispensabile Alessandro Cortini con il suo a/v show legato a Volume Massimo e Andy Stott, che di recente è tornato con un doppio EP intitolato It Should Be Us EP. A ruota poi si esibiranno Alma Negra, Cain, Djrum, e Lucy della Stroboscopic Artefacts. Sempre sabato: troviamo i validi set dei local dj G-AMP, Eloche e Sauro Martinelli.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite