Frac Festival 2019

Dal 9 Agosto al 11 Agosto 2019

Precedente
Manifesto 2019 Manifesto 2019
Successivo
Alibi Summer Fest 2019 Alibi Summer Fest 2019

Info

FRAC – Festival di Ricerca per le Arti Contemporanee torna per la sua V edizione, annunciando le date e una nuova location, che accoglierà una lineup come sempre ricca e composita, capace di spaziare tra gli ambiti della musica e delle arti visive. Il 9, 10 e 11 agosto 2019 lo scenario che ospiterà il festival sarà il Complesso Monumentale del San Giovanni di Catanzaro, monumento nazionale che sorge sull’area dell’antico Castello Normanno, nel pieno centro della città.

«Memorie del futuro – si legge nel comunicato stampa – è il titolo che accompagna questa edizione 2019 di FRAC, una riflessione sulla trasformazione personale attraverso i nostri percorsi e le nostre esperienze di vita. Sin da bambini il nostro immaginario è pervaso da simboli e immagini che con il passare degli anni rimangono impresse dentro di noi, espandendosi e contaminandosi fino a codificare una sorta di alfabeto personale, attraverso il quale inconsapevolmente associamo dei concetti ad alcuni oggetti. È il passato che influenza ogni nostro pensiero ed ogni azione presente e futura».

Gli artisti

I primi nomi annunciati disvelano parte del programma musicale del festival, che si apre con il botto presentando una delle figure chiave degli ultimi vent’anni della musica black: Theo Parrish.  Accanto a lui, un’altra icona black come Lee Fields – accompagnato dai suoi The Expressions – da sempre messaggero di soul, funk e rhythm&blues. Nella sua carriera è stato in tour e ha diviso il palco con artisti come Kool & The Gang e Darrell Banks, e dal vivo, a 66 anni, riesce ancora a stupire mostrando il suo orgoglio di essere uno degli ultimi veri crooner della musica nera.
Forti di un tour che li sta portando sui palchi di tutti i più importanti festival europei, tornano ad esibirsi a FRAC anche i Nu Guinea, stavolta in versione allargata, assieme a tutta la Nuova Napoli live band. Dalla California arriva invece il dream pop radioattivo dal retrogusto dub dei Peaking Lights, i coniugi Aaron Coyes e Indra Dunis, messia della psichedelia più soffice e sognante. Mentre è a Berlino che è di stanza Planningtorock. A completare la prima serie di annunci ci sono poi il pop italiano futuribile di Venerus, l’impro-jazz dalle forti venature elettroniche dei 72-HOUR POST FIGHT, l’italo-disco dal sapore francese di Emmanuelle.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite