Film

Sydney Sibilia

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose

9 Dicembre 2020 commedia

A distanza di tre anni dalla spassosa trilogia ultracitazionista di Smetto Quando Voglio (Smetto Quando Voglio, 2014, Smetto Quando Voglio: Masterclass, 2017, Smetto Quando Voglio – Ad Honorem, 2017), torna il giovane regista salernitano Sydney Sibilia con un nuovo film, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, in uscita il 9 dicembre 2020 su Netflix e al cinema (Covid-19 permettendo).

Tratto da una storia vera, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose racconta la bizzarra vicenda dell’ingegnere bolognese Giorgio Rosa (Elio Germano), che nel maggio 1968 costruì una piattaforma artificiale di 400 mq nel mare Adriatico, fuori dalle acque territoriali italiane, autoproclamandola Repubblica indipendente; sebbene avesse una propria lingua (l’esperanto), un governo, una moneta e un codice postale, l’isola delle Rosa (in esperanto, Insulo de la Rozoj) non fu mai riconosciuta da alcun Paese e venne demolita l’anno seguente.

Dal primo trailer pubblicato, accompagnato dalle inconfondibili note di My Generation degli Who, si nota subito una certa affinità con le atmosfere scanzonate di I Love Radio Rock, straordinario film inglese del 2009 scritto e diretto da Richard Curtis. Contrapponendo lo Stato Italiano (rappresentato da Luca Zingaretti e Fabrizio Bentivoglio) e l’utopia “marittima” dell’ingegnere Rosa (appoggiato dall’affetto del personaggio di Matilda de Angelis), Sibilia inserisce la vicende nell’Isola all’interno dell’ondata rivoluzionaria dei suoi tempi (il ’68), trasformandola in un  simbolo di ribellione giovanile.

Filmografia
Trailer
Voti
Vota
Amazon

I più visti