Aphex Twin

Aphex Twin dirige in remoto un’orchestra di 48 elementi [VIDEO]

Aphex Twin – autentica icona di casa Warp – si è recentemente recato in Polonia per alcuni showcase molto particolari, nel rifacimento di alcune opere del compositore locale Krzysztof Penderecki (in particolare Threnody to the Victims of Hiroshima e Polymorphia, che potete ascoltare cliccando sui nomi dei brani), progetto a cui ha partecipato come sappiamo anche Jonny Greenwood dei Radiohead.

Ma in cantiere il nostro aveva anche un progetto visionario: dirigere una intera orchestra di 48 elementi e un coro di 24 persone da remoto, attraverso un controller midi, un PC e alcuni schermi montati al fianco dei leggii dei musicisti. Come un direttore d’orchestra futurista, senza uso di braccia o bacchette, Richard D. James ha impartito ordini alle varie sezioni orchestrali attraverso slitte e levette che creavano segnali visivi digitali per una notazione grafica particolare ammirata anche dal pubblico grazie al maxischermo dietro al palcoscenico.

Di seguito potete guardare il video ufficiale della performance di Aphex Twin con l’orchestra da camera AUSKO e l’OCTAVA ensemble+. Un particolare: l’intero progetto è stato provato solo una volta prima di entrare in scena, la mattina stessa.

Tracklist