Aspettando roBOt06: cartellone in continua evoluzione

Il 24 settembre, e dal 2 al 5 ottobre, a Bologna torna roBOt, la rassegna musicale di arti elettroniche giunta ormai alla sesta edizione.

La data di settembre, una preview del Festival, al Teatro Comunale della città vedrà salire sul palco tre nomi d’eccezione: Stephan MathieuDavid Sylvian e Christian Fennesz, riuniti sotto il nome The Kilowatt Hour. Presenteranno un “progetto esclusivo e avventuroso, un viaggio sonoro di incredibile profondità, tra visioni digitali e destrutturazioni sonore, capaci di generare una vera e propria vertigine in chi ascolta.” assicura la cartella stampa.

Sul sito ufficiale del gruppo, Fennezs afferma: “mi piacerebbe trovare materiale attraverso l’improvvisazione. È sicuramente un progetto rischioso, ma molto eccitante. È un po’ come saltare nell’acqua gelida”. Sylvian parla invece di “creare qualcosa di unico e stimolante per tutti, e di un’esperienza rinfrescante”.

Il Festival, che si svolgerà ad ottobre in varie location della città facendo perno sulla storica sede di Palazzo Re Enzo, è stato presentato attraverso quattro anteprime / vertigini, il DigitalVertigo. La prima giornata prevede le esibizioni, tra gli altri, di Pantha Du PrinceJon HopkinsBen Klock, il nostro Lorenzo Senni e Holy Other. La seconda, vede nelle propri ranghi Tim Hecker, Jackmaster, Tropic of CancerMartyn e Seth Troxler. Infine, per l’ultima giornata, saliranno sul palco anche Ninos du Brasil, Will Saul, Letherette e Brandt Brauer Frick.

La line up non è ancora definitiva: molto presto verranno svelati altri nomi e dettagli. Inoltre, grazie al bando call4roBOt, anche quest’anno la manifestazione proporrà un’esaustiva rassegna cinematografico-artistica. I biglietti sono disponibili presso il sito di Vivaticket oppure in uno dei tantissimi punti vendita sul territorio nazionale.

Per tutte le informazioni sul festival visitate il sito ufficiale e la pagina Facebook.

Tracklist