“E’ stato un furto”. Madonna intervistata da The Guardian

Madonna si sfoga con il Guardian, a proposito della diffusione non autorizzata di file audio dal suo nuovo disco "Rebel Heart"

Vi abbiamo già detto della diffusione non autorizzata in rete di alcuni demo di Madonna spacciati per il nuovo disco – intitolato Rebel Heart e in uscita il 10 marzo 2015 – e della successiva pubblicazione di sei tracce da parte della Ciccone (“ho preferito che i miei fan ascoltassero le versioni definitive dei brani al posto dei demo che sono circolati [in rete]”).

Non è finita, perché il Guardian ha pubblicato ieri un’intervista in cui la musicista spiega tutta la situazione e si sfoga, definendo il furto dei demo come “una forma di terrorismo” e uno “stupro artistico“. “Ovviamente c’è una persona o un gruppo di persone dietro all’operazione, e mi sta terrorizzando – ha affermato Madonna – non voglio suonare allarmista, ma questo è quello che sento. Una cosa è qualcuno che entra in casa tua e ruba un quadro dal muro, un’altra è subire il furto del tuo lavoro; per un’artista è devastante. Mi dispiace se queste parole spaventeranno le persone, ma la penso così. Non è stato un accordo consensuale. Non ho mai detto: ‘hey, qui c’è la mia musica ed è completa’. E’ stato un furto“.

Nel frattempo, molti dei brani pubblicati dalla musicista hanno raggiunto la prima posizione della classifica iTunes in 36 Paesi. Eppure la Ciccone rincara la dose: “E’ già capitato in passato [che pubblicassero file musicali di mia proprietà] un paio di settimane prima dell’uscita ufficiale del disco. Molti artisti devono fare i conti con questa situazione. Ma il fatto che siano stati diffusi brani in forma di demo, con un album in uscita a marzo 2015, è inquietante“. Tanto che la Ciccone riflette su tutto il processo di scrittura della musica: “bisogna ripensare all’approccio che utilizziamo per fare musica, alla diffusione delle informazioni, al lavorare in ambienti più sicuri. [La situazione attuale] è preoccupante; noi artisti abbiamo necessità di finire di scrivere i nostri libri, editare i nostri film, produrre la nostra musica. Le persone hanno bisogno dell’arte, e noi abbiamo bisogno di sentirci ispirati. Perché distruggere il processo creativo degli artisti? E’ una cosa che influenzerà negativamente tutti”.

Potete leggere l’intervista completa nella pagina dedicata del sito internet del quotidiano inglese. Nella nostra pagina album trovate invece alcuni brani di Rebel Heart in ascolto.

madonna-rebel-heart-2015

Tracklist
  • 1 Living For Love
  • 2 Devil Pray
  • 3 Ghosttown
  • 4 Unapologetic Bitch
  • 5 Illuminati
  • 6 Bitch I’m Madonna (Feat. Nicki Minaj)
  • 7 Hold Tight
  • 8 Joan Of Arc
  • 9 Iconic (Feat. Chance The Rapper and Mike Tyson)
  • 10 HeartBreakCity
  • 11 Body Shop
  • 12 Holy Water
  • 13 Inside Out
  • 14 Wash All Over Me
  • 15 Best Night
  • 16 Veni Vidi Vici (Feat. Nas)
  • 17 S.E.X.
  • 18 Messiah
  • 19 Rebel Heart
Madonna
Rebel Heart