Keith Richards dei Rolling Stones “ha smesso di bere”

A rivelarlo è stato lo stesso chitarrista sulle colonne del sito di Rolling Stone America: Keith Richards ha dato un taglio col bere, e lo ha fatto da circa un anno a questa parte. E per quanto possa essere futile come notizia, detta dall’uomo che più di ogni altro incarna sulla terra lo stile di vita r’n’r è una news che marca un prima e un dopo…e lo fa anche furbescamente perché legata alla promozione del nuovo – ennesimo – tour della band che partirà in aprile da Miami. A riprova, ecco un Ronnie Wood (sobrio dal 2010 dopo anni di abusi non soltanto alcolici) che, sempre all’interno dello stesso articolo, ricama bei complimenti a proposito dell’amico e compagno di band: «è più disponibile, aperto a nuove idee, prima digrignavo i denti e andavo, ora mi tocca dire che è un piacere lavorare con lui». E Keith, vecchia marmotta, a sua volta rimarca di aver notato la differenza nel suonare da sobrio già dall’inizio dell’anno («It was interesting to play sober»).

Per farla breve: «I pulled the plug on it. I got fed up with it», queste le papali parole dell’uomo, anche se ogni tanto un buon bicchiere di vino o di birra ci scappa ancora. Nella sostanza, non è cambiato nulla, ammette al giornalista di RS, «era tempo di smetterla, proprio come per tutta quell’altra roba… …ma non c’è molta differenza da prima, tranne il fatto che non bevo… …non mi sentivo [bene]. Così l’ho fatto. Non ne ho più bisogno». Oltre che di salute, nell’intervista si parla anche della resa live di alcune canzoni e c’è spazio per qualche bella parola sul batterista settantasettenne della band, Charlie Watts. «Quando suona con la band la sua salute migliora – racconta Richards – è un lavoro duro quello che fa. Deve farsi fare massaggi alla schiena alla fine fine di ogni concerto perché gli show gli richiedono uno sforzo fisico notevole».

A novembre è uscito il live d’archivio Voodoo Lounge Uncut mentre a giugno è stato pubblicato Studio Albums Vinyl Collection: 1971-2016, box set in edizione limitata che raccoglie tutti gli album da studio dei Rolling Stones pubblicati dal 1971 al 2016, mentre il mese successivo è stata la volta di From The Vault – No Security – San Jose 1999, vale a dire la testimonianza video dei due concerti tenuti a San Jose nel ’99 e relativi al tour del live album No Security (Live – From The Bridges To Babylon Tour).

13 Dicembre 2018 di Edoardo Bridda
Leggi tutto
Blue & Lonesome
Dic
02
2016

The Rolling Stones

Blue & Lonesome

  • Just Your Fool
  • Commit A Crime
  • Blue And Lonesome
  • All Of Your Love
  • I Gotta Go
  • Everybody Knows About My Good …
  • Ride 'Em On Down
  • Hate To See You Go
  • Hoo Doo Blues
  • Little Rain
  • Just Like I Treat You
  • I Can't Quit You Baby
continua
Precedente
Be Forest. Il nuovo singolo “Bengala” e i dettagli su “Knocturne” Be Forest. Il nuovo singolo “Bengala” e i dettagli su “Knocturne”
Successivo
Run The Jewels. “RTJ4” arriverà (probabilmente) il prossimo anno Run The Jewels. “RTJ4” arriverà (probabilmente) il prossimo anno

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

The Rolling Stones

From The Vault: The Marquee – Live In 1971

recensione

artista

recensione

Altre notizie suggerite