È morto Lil Peep. L’emo-rapper aveva solo 21 anni

Con una email inviata a Pitchfork, il pubblicista di Lil Peep ha confermato la morte dell’emo-rapper a soli 21 anni di età. La causa del decesso non è ancora stata resa pubblica.

Nato come Gustav Åhr, in Pennsylvania, è cresciuto a Long Island con il padre, un professore di college, e la madre, anche lei insegnante. In una intervista Peep aveva dichiarato che il padre li abbandonò quando aveva 14 anni. Dopo aver abbandonato la scuola, si trasferì a Los Angeles unendosi a parecchi collettivi di musica rap, inclusi Schemaposse e Gothboiclique. Nel 2015 arriva il suo debutto con il progetto LiL PEEP PART ONE, condiviso su Soundcloud. Tra il 2016 e il 2017 i suoi video, White Wine e Girls, generano milioni di visualizzazioni. L’esordio discografico avviene questo agosto con Come Over When You’re Sober (Part One). L’ultima canzone firmata da Lil Peep risale solamente al mese scorso, pubblicata con il titolo di Avoid.

Tra le possibili cause della morte, si pensa al suicidio (per overdose), avendo anche dichiarato a Pitchfork di essere affetto da depressione: «Soffro di depressione, alcuni giorni mi sveglio e mi dico: “Cavolo, vorrei non essermi svegliato”. È un lato di me che non traspare nei social media. È un lato che emerge dalla mia musica. È il mio modo per esorcizzare il tutto».

16 Novembre 2017 di Davide Cantire
Leggi tutto
Precedente
Sónar festeggia i suoi primi 25 anni inviando messaggi musicali agli extraterrestri Sónar festeggia i suoi primi 25 anni inviando messaggi musicali agli extraterrestri
Successivo
David Bowie riceverà un tributo di due giorni su NTS Radio David Bowie riceverà un tributo di due giorni su NTS Radio

artista

album

Lil Peep

Come Over When You’re Sober (Part Two)

Altre notizie suggerite