XXXTentacion. L’album postumo non prima di ottobre

A meno di un mese dalla morte di Jahseh Dwayne Onfroy, il rapper noto con l’alias di XXXTentacion, affiorano le prime speculazioni sul suo primo album postumo. A riportare la notizia è il New York Times che ha intervistato Ghazi Shami, fondatore dell’etichetta Empire con la quale il rapper avrebbe firmato, lo scorso anno, un contratto milionario (Billboard parlava di 6 milioni di dollari) per la stesura di quello che avrebbe dovuto essere il suo terzo lavoro.

Shami non ha confermato l’ammontare dell’accordo ma ha rivelato alla testata statunitense che «a significant amount of material» è stato registrato e che il disco non potrà comunque uscire prima di ottobre in ottemperanza a una clausola contenuta nel precedente contratto discografico firmato con la Empire (che prevedeva anche una distribuzione via Universal).

Nato a Plantation nel 1998, Jahseh Dwayne Onfroy ha iniziato la sua carriera a 16 anni come Soundcloud rapper. Con Shami, sempre nell’intervista, a definirlo lo “zenit” di quella “scena”. Il suo primo successo, che è anche tra i suoi maggiori, è stato Look At Me, brano pubblicato prima sulla sopracitata piattaforma di streaming (fine 2015) e successivamente aggiunto su iTunes e nel suo primo mixtape Revenge (maggio 2017), distribuito da Empire. Su SA trovate le recensioni sia del debutto – 17 – sia del seguito di quell’album ? (Question Mark), entrambi recensiti su queste pagine da Luca Roncoroni. Caratteristica dello stile di Onfroy è quella di aver incorporato umori ed estetica emo all’interno di trame trap e hip hop, e di aver aggiunto a questi elementi un ampio parco di influenze che andava dal metal al folk, dal dream pop al pop-punk.

Dopo la sua morte gli streaming del catalogo di XXXTentacion sono quadruplicati. Il singolo Sad! è finito al primo posto della chart statunitense e il relativo nuovo videoclip di quella canzone ha totalizzato più di 58 milioni di views.

 

9 Luglio 2018 di Edoardo Bridda
Leggi tutto
Precedente
Itinerari e esperienze, non solo suoni a Musical Zoo 2018 Itinerari e esperienze, non solo suoni a Musical Zoo 2018
Successivo
I dieci luoghi più incredibili dove registrare musica secondo la BBC I dieci luoghi più incredibili dove registrare musica secondo la BBC

recensione

artista

recensione

Altre notizie suggerite