• Giu
    25
    2014

Album

Setola Di Maiale

Add to Flipboard Magazine.

Non inventa nulla Alessandra Novaga, è lei stessa ad anticiparcelo sulle pagine di Musica Jazz “Non credo in un’innovazione…ognuno è libero di fare quel che vuole, basta che non racconti che sta innovando”. Chitarrista originaria di Latina e residente a Milano da anni, Alessandra coniuga sperimentazione musicale e teatro. Pur provenendo da una formazione classica sullo strumento, viene letteralmente fulminata dall’incontro con i newyorkesi Bang On A Can, che le schiudono molteplici interazioni col cosmo elettrico e fungono da spartiacque per i suoi propositi. Nella sua biografia spunta anche, come momento cardine (tanto da farla convertire allo studio della chitarra elettrica preparata), Trash tv trance di Fausto Romitelli. Dunque è riduttivo un semplice richiamo a milieu quali John Zorn, anche se da lei stessa reinterpretato, o Mauricio Kagel per il teatro musicale. Piuttosto, come emerge dalla recente interpretazione di Foliage di Elliott Sharp o nel progetto Hurla Janus, Novaga ha un approccio sempre solare che si diffonde in una multi-programmazione. Per certi versi può apparire scontato, ma nella sua etica è determinante il contagio coi sensi temperati.

Nell’ultimo lavoro edito per Setola di maiale e intitolato La chambre des jeux sonores l’artista, grazie anche all’aiuto di più compositori (Zago, Mussida, Matthusen, Just e Gagliardi) indaga quotidianità – un roboare d’aereo (Untitled, January) – e fiction – il gracchiare di un carillon, il rintocco di campane (In memoria), il battere di una macchina da scrivere – in un riuscito schema dove le dinamiche si stendono su lunghi bordoni (Collaborating Objects) in climax e gradazioni negative, così da evitare boriosi minimalismi.

La sperimentazione è sostenuta da piccole iterazioni plastiche in cui si cerca un sensibilità groove-tattile (International Hush Ring) e il carattere risiede nella capacità di attrarre al timbro. La voglia di eludere le strutture “giocando” con la Fender è solo un orlo di tessuto molto più luminoso di quello che si potrebbe intravedere in superficie.

 

11 Luglio 2014
Leggi tutto
Precedente
Ugostiglitz – Ugostigliltz EP Ugostiglitz – Ugostigliltz EP
Successivo
Massive Attack @ Auditorium Parco della Musica, live report 2014

album

artista

Altre notizie suggerite