• Apr
    01
    2009

Album

Parlophone

Add to Flipboard Magazine.

La sintesi postmodernista operata dalla multistrumentista e artista visiva anglopakistana Natasha Khan, alias Bat For Lashes con il secondo album ci colpisce favorevolmente. L’avevamo vista l’anno scorso di spalla ai Radiohead e in quell’occasione il live avrebbe meritato una sede più tranquilla e consona agli input che mandava. Il debutto del 2007 (Fur And Gold) ci era sembrato un po’ dispersivo, ancorché ricco di spunti interessanti, sulla scia di un songwriting tra espressività Bjork e tentazioni anche folk rock.

Two Suns opera invece una riuscita mediazione tra il suo cantautorato classico ed umori che oscillano tra psych, gospel, dance e pop di marca prettamente Eighties. Nell’ultimo anno e mezzo infatti Natasha è volata a New York, dalle parti di Brooklyn, dove ha convissuto con la scena artistica locale, tra Gang Gang Dance, TV on the Radio, MGMT e gli Yeasayer, titolari l’anno scorso della psichedelia pop di All Hour Cymbals.

Proprio il gruppo in questione, per mano di Chris Keating and Ira Wolf Tuton, fornisce le basi e il basso per due dei pezzi del cambiamento del disco, il singolo Daniel, pop dance autoironica come potrebbe suonare oggi una Kate Bush sintetica, e Pearl’s Dream, brano che è concettualmente il cardine del concept che è Two Suns. Altrove è mediazione tra la sua anima più normalizzata di songwriter, nelle ballad soprattutto, e quanto c’è di nuovo, come il gospel psych tribale di Peace Of Mind tra Yeasayer e Vampire Weekend, l’incedere ultimi Portishead dell’opener, la solenne Glass, la bjorkiana Two Planets.

Con un ‘attitudine mistica di cui l’album è permeato, una base concettuale e una miriade di citazioni tra letteratura, cinema e musica, l’artista cosmopolita rivela così un eclettismo di fondo che avevamo solo supposto. Non ultimo, il contributo di Scott Walker nell’ultimo pezzo, The Big Sleep, un duetto breve ma intenso su una ballad minimal sulla scia delle ultime cose dell’autore americano.

17 Aprile 2009
Leggi tutto
Precedente
Depedro – Depedro
Successivo
Coathangers (The) – Scramble Coathangers (The) – Scramble

album

artista

Altre notizie suggerite