• Mag
    01
    2012

Album

Mexican Summer

Add to Flipboard Magazine.

Se l'estate 2011 è stata marchiata dall definitivo breakthrough della scena glo/chillwave, l'estate 2010 – prima delle battute autunnali witch house – era stata caratterizzata dal tam tam fuzz-pop.

Nome di punta di questo revival, figlio tanto degli anni '60 (surf-pop, garage, girl bands), quanto degli anni '80 (noise-pop), i Best Coast avevano convinto i più già l'anno prima, con l'appicicoso anthem When I'm With You. Il fatto che l'album di debutto Crazy for You avesse data di scadenza 21 settembre 2010 e che non andasse poi tanto oltre ad un paio di azzeccati singoli era secondario, la band di Bethany Cosentino aveva il popolo hipster – e i blogger di mezzo mondo – letteralmente ai propri piedi.

Per un progetto come quello dei Best Coast, ripresentarsi due anni dopo è come tornare sulle scene dopo un decennio, ma Beth e Bobb non demordono e pubblicano – sempre per la Mexican Summer – The Only Place. Siamo ancora in California – la copertina è ispirata a uno spartito del 1913 I Love You California – e probabilmente siamo ancora sulla spiaggia, ma il sole non sembra più splendere come in precedenza: la freschezza sunshine dell'esordio pare essersi in parte affievolita.

Troviamo così midtempo (Last Year, l'inconcludente Dreaming My Life Away e il sapore classico di No One Like You) che vanno ad accentuare alcuni risvolti agrodolci solamente sfiorati dalla leggerezza di Crazy for You (qui comunque presente nell'opener e in Let's Go Home). La formula e la scrittura – a metà tra l'essenziale e l'attitudine lazy – è sicuramente ben rodata e ci si sposta verso l'entroterra solo con le suggestioni da tramonto country di My Life.

I Best Coast di The Only Place cercano di rifare se stessi, ma lo fanno con meno spinta e probabilmente con la consapevolezza-macigno di non poter assolutamente sbagliare. Con il freno a mano tirato il rischio sarà anche minimo, ma non ci si diverte.

28 Aprile 2012
Leggi tutto
Precedente
Mystery Jets – Radlands Mystery Jets – Radlands
Successivo
Radical Face – The Family Tree: The Roots Radical Face – The Family Tree: The Roots

album

artista

Altre notizie suggerite