• Ott
    01
    2009

Album

La Tempesta Records

Add to Flipboard Magazine.

Ammettiamolo: dichiararsi nelle note stampa estimatori e potenziali prosecutori della parabola artistica di formazioni come My Bloody Valentine e Sonic Youth è un po’ tirarsi la zappa sui piedi. Anche perché si parla di esempi fulgidi di creatività sopra le righe ed essere all’altezza delle aspettative generate da accostamenti del genere potrebbe seriamente diventare un’arma a doppio taglio. A meno che, naturalmente, non abbiate la personalità di un Thurston Moore o il genio musicale di un Kevin Shields, ma non è il caso dei Cosmetic.

In Non siamo di qui i Nostri fanno il loro dovere credendoci fino in fondo, collezionano qualche momento particolarmente riuscito – sopra a tutti Bolgia celeste ma anche il punk-gaze di Via Maj -, lavorano di buona lena su suoni espansi in bilico tra chitarre rumorose e pop, psichedelia e melodie eteree. Eppure la sensazione è che manchi la zampata finale, quel quid in più capace di farci pensare soltanto alla band romagnola quando ascoltiamo un pezzo come Sangue + sole e non a miriadi di formazioni meno elettriche ma orecchiabili allo stesso modo.

Alla fine i pregi e i difetti di Non siamo di qui sono più o meno gli stessi del disco d’esordio Sursum Corda, ma da quel disco sono passati due anni e la produzione, questa volta, sembra essere di quelle serie. Il che ci fa pensare che in futuro, da queste parti, grossi stravolgimenti non si vedranno.

3 Ottobre 2009
Leggi tutto
Precedente
Natural Yogurt Band (The) – Away With Melancholy Natural Yogurt Band (The) – Away With Melancholy
Successivo
Richard Chartier – Untitled (angle.1) Richard Chartier – Untitled (angle.1)

album

artista

Altre notizie suggerite