• Mag
    01
    2010

Album

One Little Indian

Add to Flipboard Magazine.

Passano gli anni e Dan Sartain da Birmingham, Alabama, assomiglia sempre più a un figlioccio sartorialmente più stiloso del buon Tav Falco. Pesca nello stesso immaginario sonoro – aggiungendo talvolta un po’ di primi sixties – ma la pianta è quella e guai a lamentarsi. Anche se non c’è stato e non potrà mai più esserci Alex Chilton a produrlo (troppo sperare in Billy Childish?), prosegue imperterrito nell’approccio basilare e minimale verso le radici del rock.

Roba che dopo il successo planetario degli White Stripes ancora ti chiedi come faccia a rimanere di culto eppure è così: nonostante una stampa inglese finalmente in grado di capire il suo operato – omaggiare il passato e un intero mondo ivi racchiuso senza scadere nella cartolina: mica facile – non siamo andati oltre un apprezzabile successo indipendente. Però qualche copia in più della media deve smerciarla, se alla One Little Indian ancora non gli hanno fatto le scarpe di cemento. Significa che Sartain è tosto, è uno che con dedizione e pazienza prima o poi diventa “capo famiglia”. E’ sulla buona strada e amen se questo nuovo disco è un poco sotto al precedente Join Dan Sartain, per varietà di accenti e brillantezza della scrittura.

Conta che Dan si confermi fedele al suo credo, ora che siamo pure orfani di Mink De Ville; conta che sia ancora qui tra vent’anni a rifilarci orologi d’oro rubati (Watcha Gonna Do? un folk-beat che non tradisce; quella The Passenger riportata alla Sun Records chiamata Prayin’ For A Miracle), auto usate col contachilometri ritoccato (i perfetti garage Yes Men e Bohemian Grove; l’affilata Bad Things Will Happen) e sigarette di contrabbando (una Ruby Carol sardonicamente noir; il romanticismo stradaiolo che muove Touch Me; l’innodia ubriaca di Atheist Funeral). Prendiamo, paghiamo e ringraziamo, perché il brivido del proibito ci piace. Hm, hm, magico Dan…

30 Maggio 2010
Leggi tutto
Precedente
Unbunny – Moon Food Unbunny – Moon Food
Successivo
Here We Go Magic – Pigeons Here We Go Magic – Pigeons

album

artista

Altre notizie suggerite