• Ott
    01
    2012

Album

JIAOLONG RECORDS

Add to Flipboard Magazine.

Con Swim, nel 2010, Caribou si era reinventato e, grazie a un inedito mix di elettronica, soul, synth pop e minimalismo, inaugurato pure una nuova fase di carriera che, parallelamente all’amico Four Tet, comprendeva un'attività di djing, remixing e, infine, producing per il dancefloor.

Attivato già dal 2009 (il remix di Watusii di Cortney Tidwell), l'alias dance Daphni ha preso corpo e regolarità discografica soltanto quest'anno, periodo in cui sono usciti i remix di Night And Day degli Hot Chip e di Does It Look Like I'm Here? degli Emeralds, oltre alle prime produzioni in proprio nel formato di due 12'' Ye Ye (uno 12’’ split con Hebden) e Ne Noya (con il remix di Cos-Ber-Zam, la vintage soul Yes, I Know e il pezzo africano Jiao). Il tutto caratterizzato dal suono di un sintetizzatore modulare autocostruito, tecniche looping volutamente spartane e un obbiettivo dichiarato: ricreare in studio lo spirito e l’ipnosi del club.

Seguendo la stessa logica di Pink di Four Tet, Jiaolong è una selezione delle passate produzioni più alcuni inediti dove, attorno a una dance di tradizione britannica (Ahora ricorda il catalogo Border Community) e punte acid (Light By), troviamo una tracklist dalle forti fascinazioni vintage (John Carpenter in Ye Ye), magari su tagli rough-soul (Moby in Yes I Know) e abbondanti ritmi africani (ordinario il remix per Cos-Ber-Zam, Ne Noya, non male il loop samba in Paris con il synth fantomatico a moromorare di gusto).

Il risultato è tanto funzionale agli aftershow di Snaith quanto lo specchio fedele delle non eccelse capacità del Caribou-producer. Un lavoro onesto, sufficiente, ma distante dalle visioni techno-idm di Nathan Fake o dalle pennate di Kieran Hebden.

1 Ottobre 2012
Leggi tutto
Precedente
Schneider TM – Costruction Sound Schneider TM – Costruction Sound
Successivo
manzOni – Cucina povera manzOni – Cucina povera

album

artista

Altre notizie suggerite