• Gen
    01
    2011

Album

Autoprodotto

Add to Flipboard Magazine.

Con in copertina le Muse di Giulio Romano, Dargen mette su disco (registrato dal fondamentale onnipresente Marco Zangirolami, in free down ovunque sul web) la collaborazione nata – tra il faceto e il faceto – con il dj Nic Sarno (giro Crookers) per alcune serate milanesi. L'idea è quella del riciclo come unica via possibile, con un karaoke dargeniano in ottica cover/mashup, e cioè Dargen a rappare i testi di alcuni più o meno classici della canzone italiana su basi che in realtà sono strumentali di vari produttori electrodancestepeccetera (una è di Rustie) opportunamente aggiustate.

Alcuni numeri sono semplicemente perfetti, per il taglio del trattamento: il funky di Impressioni di settembre è trascinante, Adelante! Adelante! apocalittica, Vita spericolata giustamente smozzicata, Siamo Ricchi (Nannini) tamarro/Kraftwerkiana come non poteva non essere, La guerra di Piero e Albergo a ore (Herbert Pagani) quasi da pelle d'oca. Il resto è sempre interessante (per orecchie comunque allenate) ma non di uguale efficacia (latin step Crookersiano per Banane e lampone, Oh angelo mio della Bertè e Che storia è della Pausini). Gli skit hanno per sottofondo la musica di Almeno tu nell'universo e uno in particolare presenta un botta e risposta dalla famosa polemica TV (trasmissione di Renzo Arbore) tra Lucio Battisti e un suo detrattore seduto tra il pubblico.

Aspettiamo altri volumi dal juke-box dargeniano, magari con i più difficili e ancora più dargeniani Battiato, Camerini, Graziani.

26 Gennaio 2011
Leggi tutto
Precedente
Tapes N Tapes – Outside Tapes N Tapes – Outside
Successivo
24 Grana – La stessa barca 24 Grana – La stessa barca

album

artista

artista

Altre notizie suggerite