Recensioni

7.5

la colonna sonora di Control raccoglie alcune tracce basilari per entrare appieno nella weltanshauung dei Joy Division e comprenderne la genesi; la scaletta segue il dispiegarsi della trama della pellicola, con sporadici inserimenti di dialogo a reggere il filo narrativo, in maniera fortunatamente non invasiva. Si va da What Goes On dei Velvet Underground, al glam rock di David Bowie, Roxy Music e l’Iggy Pop de-umanizzato di The Idiot, al prog arty degli oscuri Supersister, passando per leggende di Manchester come Buzzcocks e John Cooper Clarke, nonché, ovviamente, per i cruciali – per differenti motivi – Sex Pistols e Kraftwerk.

Gli stessi Joy Division sono poi presenti con il poker epocale di Dead Souls, Atmosphere, LoveWillTearUsApart e Transmission (live alla Granada TV con introduzione del patron Tony Wilson), nonché – indirettamente – con l’unica cover della soundtrack. Nelle mani dei Killers Shadowplay diventa un inno da disco-club, meno agghiacciante di quanto si possa temere, anzi riplasmata con riverenza stilistica nei confronti dei modelli (dopo tutto questi ragazzi hanno preso il nome da un video dei New Order, no?). A proposito, qui troviamo anche l’ultimo materiale inedito pubblicato dai Sumner, Hook e Morris, ovvero tre brevi e liquidi strumentali a commento di altrettante scene chiave del film, in cui marchio di fabbrica sonoro del trio è impresso a fuoco (nota a margine: sulle prime si pensava dovessero uscire sotto la sigla Joy Division, poi, per fortuna, ha prevalso il rispetto).

Voti
Amazon

Ti potrebbe interessare

Le più lette