PREV NEXT
  • Lug
    18
    1980
  • Giu
    15
    1979

Classic

Add to Flipboard Magazine.

Che la celebrazione continui. In corrispondenza dell’uscita del biopic Control (non nelle sale italiane, disgraziatamente), ecco puntuali le Collector’s Edition dei tre dischi del catalogo ufficiale dei Joy Division, confezionate come sa ben fare la Rhino – ovvero, provviste di booklet aggiornati e bonus disc, in lussuoso box vinile o in tre cd separati -, nonché la soundtrack della pellicola in questione.

Rimandandovi all’articolo sui Joy Division per l’approfondimento sugli album veri e propri, basti dire che le registrazioni live qui presentate come extra – rispettivamente At The Factory, At ULU, At High Wycombe Town Hall, tutte e tre risalenti ai primi mesi del 1980 – non aggiungono granché al canone della band, a parte aggiornare con versioni decisamente migliori il repertorio del concerto di Still, sia dal punto di vista del suono che dell’esecuzione (tranne qualche eccezione come Disorder e Love Will Tear Us Apart, di cui probabilmente non esiste una versione dal vivo decente).

Presi come documento, i tre dischi mostrano un gruppo dal forte impatto fisico ed emotivo, soprattutto in Dead Souls e Atrocity Exhibition, di un’intensità quasi insopportabile; non mancano neppure chicche come Novelty e The Only Mistake. Curiosità: nonostante le scalette siano per la maggior parte delle anteprime di Closer (comprese le rare Isolation e The Eternal), durante il primo concerto si può sentire il pubblico chiedere a gran voce pezzi dell’EP An Ideal For Living come No Love Lost e Warsaw; segno inequivocabile di un culto già allora fedelissimo.

1 Ottobre 2007
Leggi tutto
Precedente
Sandro Perri – Tiny Mirrors Sandro Perri – Tiny Mirrors
Successivo
Michael Moore – Sicko Michael Moore – Sicko

album

album

artista

Altre notizie suggerite