• Set
    01
    2010

Album

Mescal

Add to Flipboard Magazine.

La citazione da Pascal incastonata in fondo al booklet indica l'intenzione meditativa di questo secondo lavoro da solista dell'ex La Sintesi. Le dodici canzoni di Nuove Esperienze sul Vuoto scelgono infatti il lato interiore dell'esperienza umana, preferendo però le tonalità soffuse ad un più prevedibile colore scuro e guadagnando così in (sottile) imprevedibilità. Piace dunque questo Lele Battista più calibrato rispetto al precedente Le Ombre, ancora una volta in bilico tra Franco Battiato e David Sylvian ma con una maggiore consapevolezza di scrittura. Le trame elettroniche usufruiscono di un lavoro di artigianato che punta ad un suono capace di riempire i luoghi di ascolto come le menti. Il punto di partenza è Brilliant Trees, quello di arrivo forse Blemish. Tuttavia di strada ce n'è ancora tanta da fare, fermo restando che il nostro quando prova la sviata in combutta con Mauro Ermanno Giovanardi (il crescendo un pizzico coldplayano di Attento) trova il momento migliore di un disco da odorare e poi assaggiare lentamente. Come quei vini non eccellenti ma che diventano buoni se gli si concede tempo e attenzione.

6 Ottobre 2010
Leggi tutto
Precedente
Brian Wilson – Reimagines Gershwin Brian Wilson – Reimagines Gershwin
Successivo
Father Murphy – No Room For The Weak Father Murphy – No Room For The Weak

album

artista

Altre notizie suggerite